Visitatori:[915 ]
Connessi:[1 ]

DUCATI DESMO CHALLENGE
Data Pos. Foto
13 aprile Magione 15
11 maggio Varano 18
1 giugno Vallelunga 7
24 agosto Mugello 14
12 ottobre Franciacorta n.c.
dataeventoarticolofoto
24/02/2015Mi trovate su Di.Di.Diversamente Disabili!

Carissimi amici, è un pò di tempo (bel pò) che non aggiorno il mio sito personale, eppure di cose ce ne sarebbero da dire!

Mi sono tuffata oramai da tempo in una nuova, bellissima avventura, quella dei Di.Di. (www.diversamentedisabili.it), un progetto nuovo, innovativo, che riempie il cuore...ma anche il tempo. Pertanto ho trascurato chi ancora ogni tanto si collega qui e mi legge.

Ho deciso di lasciare questo sito così come è stato creato dal mio caro amico Marco, ben 10 anni fa oramai: non è compatibile con tutti i browser, figuriamoci per tablet e android, che allora non esistevano ancora. Non è social, i visualizzatori delle immagini sembrano studiati ai tempi di "Vilma, passami la clava!", ma è la tecnologia che corre in avanti, non noi che corriamo all'indietro.

E' un pezzo importantissimo della mia vita questo sito, e tutti i contenuti. Oltre a far vedere ai miei nipotini le foto della loro zia quando correva, gli farò vedere questo sito, sapendo che inorridiranno per le mancate funzionalità e penseranno "ma allora zia è proprio vecchia!".

Ringrazio tutti voi che avete condiviso tramite questo sito tantissimi anni con me, che mi avete scritto, che lo avete sbirciato o seguito: da oggi potrete seguirmi su http://www.diversamentedisabili.it/ o sulla mia pagina Facebook https://www.facebook.com/ChiaraValentini75
Per contattarmi, questa la mia email: chiaradidue@gmail.com

Un salutone a tutti voi e grazie!!!
Chiara

26/02/2014All'asta l'abbigliamento dei Campioni per Di.Di.

I piloti Alex De Angelis, Manuel Poggiali e Dario Marchetti hanno donato tuta e stivali alla Onlus Diversamente Disabili – L'asta su eBay si concluderà a Motodays in Fiera Roma

* * *
25 febbraio 2014 - E' partita su eBay un'asta benefica per sostenere i progetti della Onlus Di.Di, l'associazione che riunisce i motociclisti artolesi o portatori di protesi. In vendita sono stati messi dei capi di abbigliamento «tecnico» che hanno un valore speciale, perché sono stati donati da tre campioni.

All'asta si possono acquistare infatti una tuta intera in pelle Rewin del vicecampione del mondo Alex De Angelis, gli stivali Dainese del due volte iridato Manuel Poggiali e quelli TCX del «re» delle gare di endurance Dario Marchetti. Il prezzo base parte da € 700,00 per la tuta e da € 100,00 per gli stivali. La pagina è visitabile all'indirizzo http://www.ebay.it/usr/diversamentedisabili

L'asta si concluderà venerdì 7 marzo 2014 e la consegna si potrà svolgere anche direttamente in Fiera Roma, in occasione di Motodays: il biglietto d'ingresso lo offrirà la Onlus Di.Di.

Campioni in pista, dunque, ma anche di solidarietà, De Angelis, Poggiali e Marchetti, che sostengono la Onlus Di.Di. fin dalla loro fondazione, avvenuta nel febbraio dello scorso anno.

«Sono veramente sorpreso di vedere quanta forza ci sia in Emiliano e Matteo», ha commentato Alex De Angelis. «Con la loro grinta i ragazzi del Team Di.Di. fanno capire che non ci si deve arrendere mai davanti a niente, e che anche le prove più difficili della vita vanno superate con coraggio. Le emozioni di guidare una moto si sperimentano soltanto in sella e immagino che loro le vivano all'ennesima potenza, perché le hanno riconquistate. La decisione di tornare a correre in pista la dice davvero lunga sulla loro passione. L'idea di un campionato per disabili nel mondo delle moto sarà per molti un grande stimolo a tornare in sella».

20/02/2014"Non buttate via la vita in un secondo....."

E’ questo il messaggio lanciato da Emiliano Malagoli e Chiara Valentini della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili, che con il nuovo anno hanno dato avvio ad una serie di incontri con gli studenti

Roma - «Cos’è secondo voi la cosa più importante nella vita?» «Se tutti conoscono le regole della strada, perché accadono tanti incidenti?» «Sapete quanti metri al secondo si percorrono quando si viaggia a 50 all’ora?»
Con queste e altre domande Emiliano Malagoli, pilota motociclista disabile, ha suscitato la curiosità dei suoi “allievi”, oltre un centinaio di studenti fra gli 11 e i 14 anni dell’Istituto Comprensivo Mastroianni di Roma.
Il pilota toscano, amputato alla gamba destra per un incidente in moto, ha dato avvio, infatti, ad una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie e superiori per portare in classe la propria esperienza di motociclista-utente della strada e per incentivare i ragazzi a reagire con energia davanti alle difficoltà.

«L’obiettivo è quello di sensibilizzare i ragazzi fin da giovani, e credo che raccontare la mia storia possa essere utile», spiega Emiliano. «Spesso le lezioni più importanti nella vita sono quelle che si vivono in prima persona. Immagino che parlare direttamente con persone che portano addosso le conseguenze permanenti di un incidente, come nel mio caso, possa essere per gli studenti un incontro indelebile ed educativo. E comunque, voglio diffondere anche energia positiva e dimostrare che nella vita non ci si deve mai abbattere, qualunque cosa succeda».

Grande interesse ha suscitato l’intervento di Emiliano, che ha esordito con un video sulla sicurezza stradale, che porta come testimonial il pluricampione del mondo Michael Doohan, nel quale si vedono i piloti della MOTOGP correre in una pista circondata da ostacoli (alberi, panchine, etc.), per dimostrare che in caso di scivolata in città, questi ultimi si potrebbero rivelare fatali anche per i campionissimi.
In particolare, Malagoli ha fatto riflettere i ragazzi su alcuni dati. «Viaggiando ad una velocità di 50 km/h, che a voi sembra bassa», ha detto, «si percorrono quasi 14 metri in un secondo. E un secondo è circa il tempo di reazione che può avere ciascuno di noi. A volte non ci sono 14 metri liberi a disposizione davanti a noi perché la strada non è una pista… Sarebbe come buttarsi dal terzo piano: anche con il casco e le protezioni da pista non lo fareste mai… Quindi, pensateci bene prima di rischiare e di buttar via la vostra vita in un secondo».

E’ stata poi portata in classe la tuta da gara messa a disposizione dal pilota del motomondiale Alex De Angelis, per illustrare ai ragazzi l’importanza delle protezioni; nonché guanti, paraschiena e alcuni caschi, per sensibilizzare i ragazzi alla scelta di uno integrale rispetto ad uno aperto.

Malagoli ha poi mostrato un proprio video, con le sue immagini di gara e nei box, dalle quali i ragazzi, verso la fine della «lezione», hanno appreso che il loro istruttore era privo di una gamba. Soltanto negli ultimi minuti, infatti, il presidente della Onlus ha rivelato agli studenti che il «disabile» che i loro insegnanti avevano annunciato, era la persona che li stava intrattenendo da oltre un’ora, suscitando enorme sorpresa e ammirazione nella giovane platea.

Positivo anche il riscontro degli insegnanti: «Il messaggio ricevuto è stato molto penetrante, nonostante la delicatezza con cui è stato condotto il discorso», ha detto Susanna Mazzarini, professoressa di italiano dell’Istituto Mastroianni. «I ragazzi della mia classe sono stati molto contenti di aver avuto quest'occasione perché la concretezza delle esperienze dirette è sempre migliore di tanti discorsi educativi astratti. Erano davvero commossi. E’ stato significativo anche il senso generale del non arrendersi mai di fronte a niente; ce n’è bisogno perché oggi le difficoltà familiari e relazionali in generale sono tante e varie».

Per ulteriori informazioni: http://www.diversamentedisabili.it/progetti/educazione-stradale/

20/11/2013Prova di durata: un altro traguardo per i Di.Di.

Una 200 Miglia di Endurance mette soggezione solo all'idea: la partenza in stile Le Mans, con i piloti che devono correre a piedi dal muretto verso le moto schierate dal lato opposto della pista, e poi la gara, che dura oltre 320 chilometri, con la suspense del cambio di pilota e il rifornimento. Una competizione davvero impegnativa, insomma, soprattutto se svolta su un circuito veloce e tecnico come il Mugello, e in un mese come quello di novembre, dove il tempo non gioca sempre a favore.
Eppure due piloti del Team Di.Di. Diversamente Disabili, hanno voluto schierarsi al via di questa gara estenuante: Emiliano Malagoli, presidente dell'omonima Onlus, nonché campione della classe 600 nel Trofeo Di.Di., e Umberto Lisanti, uno dei più veloci protagonisti della classe 1000, si sono cimentati sul tracciato del Mugello per la 200 Miglia di Endurance. E l'hanno portata a termine: in quinta posizione fra le 600 Malagoli, in nona piazza Lisanti fra le 1000.
A sostenere i due piloti, numerosi ragazzi disabili arrivati da tutta Italia: sono tornati in moto grazie ai Di.Di., e in questa occasione hanno voluto rappresentare una solida tifoseria.
Per Malagoli questa gara di endurance aveva un significato particolarmente importante: proprio con la 200 Miglia, infatti, lo scorso anno il pilota toscano ha conosciuto Chiara Valentini, che poi è diventata la sua compagna nella vita, nonché segretaria dell'Associazione Di.Di.
Quest'anno, per celebrare l'anniversario, Malagoli si è schierato al via proprio con la Valentini, campionessa europea del 2006, ed entrambi hanno corso su Suzuki 600 del Team Falaschi.
Umberto Lisanti, piemontese, privo del braccio sinistro e con problemi di mobilità anche alla gamba sinistra, ha fatto equipaggio con Cristian Serri e Giovanni Faccioli e tutti e tre hanno corso in sella alle BMW 1000.

La 200 Miglia di Endurance quest'anno è stata particolarmente impegnativa: poco prima del via ha cominciato a piovigginare ed è stata data "wet race", ma la maggior parte dei piloti ha preferito azzardare il via con gomme slick perché ha subito smesso di piovere. Dopo la prima ora di gara, la caduta di Gabriele Cottini, che era in testa, coequipier di Ilario Dionisi e Giovanni Altomonte, ha portato all'esposizione della bandiera rossa. Nuovo start con partenza "a freccia" e rinnovata tensione, dunque, per tutti i piloti, che hanno poi affrontato un'altra ora di gara.
Peccato per l'esclusione dell'equipaggio favorito, quello di Dario Marchetti, dopo che il coequipier Fabio Massei ha "tagliato" il percorso perché a corto di carburante. Weekend sfortunato per l'equipaggio Ducati, con il due volte iridato Manuel Poggiali costretto a saltare lo start per una brutta caduta alla "Bucine" durante le prove.
La classifica assoluta ha sancito la vittoria dell'equipaggio di Armando e Vittorio Iannuzzo, padre e figlio affiancati da Giovanni Sessa, primi anche della classe 1000.
Dodicesimo al traguardo l'equipaggio di Umberto Lisanti, diciottesimo quello di Emiliano Malagoli.

"Sono molto soddisfatto del passo che sono riuscito a mantenere - ha commentato Emiliano Malagoli, alla prima uscita sulla Suzuki del Team Falaschi -. Inoltre ci aspettavamo la pioggia, ed eravamo arrivati bene armati di pneumatici rain, ma per l'asciutto avevamo un solo treno per ciascuna delle due moto, e negli ultimi giri abbiamo corso con le gomme finite!"
"Ho perso una "saponetta" al quarto giro ed ero penalizzato in tutte le curve a sinistra - ha detto Umberto Lisanti -. Inoltre nel primo stint il nostro coequipier Faccioli ha girato molto più piano di quello che è il suo passo, perché le gomme avevano perso pressione per via del freddo: quando è rientrato erano scese di 4 o cinque atmosfere. Ma siamo contenti di essere arrivati al traguardo!"

Non si ferma qui l'attività dell'Associazione Diversamente Disabili, che sta programmando una giornata di prove libere e di gare riservate solo ai piloti disabili, per accorciare quanto più possibile le distanze fra la fine della stagione agonistica e la riapertura della prossima.

14/11/2013Valentini-Malagoli alla 200 miglia del Mugello

ANNIVERSARIO IN PISTA
Fine di stagione scoppiettante per la squadra di piloti amputati, che festeggia il suo primo anno di vita con la presenza alla 200 Miglia di Endurance al Mugello 
 
* * *
Scarperia - Si correva la scorsa edizione della 200 Miglia del Mugello quando Emiliano Malagoli e Matteo Baraldi hanno disputato insieme la loro prima gara e hanno deciso di costituire la Onlus Di.Di.,  divenuta velocemente un punto di riferimento per i motociclisti amputati o artolesi. In quell’occasione c’è stato anche l’incontro fra Emiliano Malagoli e la campionessa europea del 2006 Chiara Valentini. I due sono diventati una coppia nella vita quotidiana e lavorano insieme per l’associazione Di.Di., dove Chiara ha il ruolo di segretaria. Dopo aver corso la loro prima gara di endurance insieme lo scorso marzo, sul circuito di Binetto, Emiliano e Chiara tornano anche fare anche equipaggio insieme alla “galeotta” 200 Miglia del Mugello.
Se c’è chi festeggia l’anniversario di fidanzamento con una cena a lume di candela, Emiliano e Chiara hanno deciso di farlo scendendo in gara insieme: esattamente un anno dopo il loro primo incontro, infatti, i nostri tornano sul “luogo del delitto”.
Quest’anno i piloti Di.Di. presenti all’estenuante competizione di durata al Mugello sono Emiliano Malagoli, presidente della Onlus, e Umberto Lisanti, uno dei più veloci protagonisti della stagione nella classe 1000.
Il toscano Malagoli, che ha perso la gamba destra in un incidente stradale due anni fa, corre – come anticipato - con Chiara Valentini e l’equipaggio si schiera con due Suzuki 600 del Team Falaschi.
Lisanti, piemontese, ha perso il braccio sinistro vent’anni fa, appena sedicenne e combatte ancora con problemi di mobilità dopo aver rischiato l’amputazione del piede sinistro. Si schiera in pista in sella ad una BMW 1000 opportunamente adattata, e i suoi coequipier sono i piloti Cristian Serri e Giovanni Faccioli.
I Di.Di. condivideranno il box 10 con il due volte campione del mondo Manuel Poggiali e con Dario Marchetti, re delle gare di endurance nonché istruttore della DRE, Ducati Riding Experience.


Divenuta ormai un classico di fine stagione fra gli appassionati del motociclismo agonistico, la 200 Miglia del Mugello vede al via protagonisti d’eccezione, a partire proprio dall'equipaggio composto da Manuel Poggiali e Dario Marchetti, su Ducati 1199. A contrastare il predominio di questa coppia arriva l'equipaggio composto dai due Iannuzzo: Armando, il padre, e Vittorio, il figlio (reduce da una stagione nel mondiale Superbike con il team Grillini), coadiuvati dal pilota campano Giovanni Sessa. Insidie per l'alloro assoluto arriveranno anche dalla classe 600, dove troviamo l'equipaggio del team Improve di Firenze, con Ilario Dionisi, Gabriele Cottini e Giovanni Altomonte, tutti in sella alle Honda CBR 600 protagoniste della Supersport del CIV 2013. Sempre nella classe 600 ci sarà anche l’equipaggio del Team Riviera, con Federico Dittadi, Stefano Casalotti e Lorenzo Savadori in sella alle Yamaha R6. Non manca una rappresentanza di piloti esteri, con due equipaggi composti dagli svizzeri Tiziano Amicucci e Gabriel Berclaz, con le Kawasaki 1000, mentre il fratello, Damien Berclaz, farà coppia con l'altro elvetico Gilles Melly, in sella all'Aprilia RSV4 1000.
L’appuntamento in pista con i piloti del Team Di.Di. Emiliano Malagoli e Umberto Lisanti si rinnova dunque questo weekend al Mugello: prove ufficiali sabato pomeriggio dalle 15 alle 16 e domenica mattina dalle 10 alle 11, mentre la gara scatterà con la classica partenza in stile Le Mans alle 13,30 di domenica.

Scarperia, 14 novembre 2013

17/10/2013Annalisa Minetti, Manuel Poggiali, i Di.Di......

Buongiorno!!!
Come vi avevo preannunciato è andato andato in onda su AutoMotoTV il bellissimo video girato a Vallelunga in occasione della presenza di Annalisa Minetti venuta appositamente a fare da madrina al Team Di.Di.. Per l'occasione ha anche fatto qualche giro di pista su una biposto guidata dal 2 volte campione del mondo Manuel Poggiali.
A me l’onore di portare Genny Esposito, il suo manager, tra le curve del tracciato romano…
E' stato un weekend ricco di emozioni...Annalisa&Genny sono due fenomeni della natura...e i Di.Di. non li batte nessuno!!!
Tutte le emozioni sono racchiuse in questo video:
http://www.diversamentedisabili.it/foto-video/automototv-di-di-annalisa-minetti-a-vallelunga/
Buonissima visione!

16/09/2013Di.Di.&Annalisa Minetti a Vallelunga

Buongiorno amici,
come oramai saprete mi sono buttata anima e corpo in questa strepitosa iniziativa della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili, che ogni giorno regara a tutti grandissime soddisfazioni.

Abbiamo passato un weekend emozionante come pochi, grazie all'aiuto di tante persone e alla presenza eccezionale della nostra madrina, Annalisa Minetti.

Per ora godetevi questo filmato sul we di gare di Vallelunga di questi splendidi ragazzi, in attesa di vedere quello dedicato ad Annalisa che per l'occasione è salita su una biposto guidata dal due volte campione del mondo Manuel Poggiali.

http://www.youtube.com/watch?v=vDbOidRpJxI&feature=youtu.be

Buona visione!

04/09/2013SAVE THE DATE - Sabato 7 settembre, Vallelunga

LA CAMPIONESSA PARALIMPICA ANNALISA MINETTI MADRINA DEI PILOTI DISABILI

L’atleta-cantante proverà le emozioni della moto in pista: sarà passeggera del due volte campione del mondo Manuel Poggiali a Vallelunga sabato 7 settembre

* * *

Una presenza eccezionale è attesa sul circuito di Vallelunga nel weekend del 7 e 8 settembre: a varcare i cancelli dell’autodromo romano sarà l’atleta paralimpica nonché cantante Annalisa Minetti, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Londra 2012 e medaglia d’oro ai mondiali di Lione 2013.

Una partecipazione davvero fuori dal comune in una competizione motociclistica, ma che si spiega facilmente. La presenza dell'atleta non vedente Annalisa Minetti a Vallelunga si lega infatti ad un altro evento fuori dal comune: il Trofeo Diversamente Disabili, nato soltanto quest’anno ma che già annovera una nutrita schiera di sostenitori fra i campioni del motociclismo.

Per condividere con i piloti del Team Di.Di. le emozioni della moto in circuito, Annalisa Minetti sarà protagonista di un evento eccezionale: salirà su una moto biposto e percorrerà alcuni giri di pista come passeggera. A guidare la moto, i Di.Di. hanno chiamato un grande campione: Manuel Poggiali, iridato nelle classi 125 e 250GP, che avrà l'onore e l'onere di far vivere all'atleta paralimpica le accelerazioni brucianti e le staccate mozzafiato che una moto in pista può far sperimentare. L’appuntamento con Annalisa Minetti in pista è per sabato 7 settembre alle ore 12.30. Seguirà un incontro con la stampa.
“Non c’è disagio che possa tenere di fronte alla potenza e alla riabilitazione che lo sport ti può dare – sostiene Annalisa Minetti – .Lo sport insegna quali siano i veri valori, il sacrificio e la sofferenza. Sono curiosa di ascoltare le storie dei piloti disabili che hanno scelto di tornare a correre in moto. Genny è un centauro, ma non ho mai voluto fargli da passeggera. Ho deciso invece di salire sul sellino posteriore di una moto sul circuito di Vallelunga perché voglio sottolineare quanto mi hanno colpito questi piloti e voglio condividere le emozioni che provano a duecento all'ora".

Alle gare disputate finora, il Team Di.Di. ha ricevuto la solidarietà di moltissimi piloti, che hanno voluto presenziare al loro box: dal campione del mondo della 500 Marco Lucchinelli al re delle gare di endurance Dario Marchetti, dai piloti del mondiale Alex De Angelis, Mattia Pasini e Niccolò Antonelli a Paolo Simoncelli, papà dell’indimenticato Marco, da Frankie Chili al pluricampione europeo e nazionale Alex Polita.

Sul circuito di Vallelunga, il prossimo 7 e 8 settembre, i protagonisti del Trofeo Diversamente Disabili si confronteranno nel quarto appuntamento stagionale, schierandosi in pista insieme ai piloti normodotati della “Bridgestone Challenge”, trofeo che si svolge con l'importante supporto di Ideal Gomme, Bridgestone, Moto Club Derapassion, Intrasecur Group, Dainese e della Federazione Motociclistica Italiana.

Una competizione per atleti davvero “speciali”: alcuni sono privi di una gamba, come Emiliano Malagoli o il “dentista volante” Enrico Mariani, altri non hanno più un braccio, come Matteo Baraldi o il lombardo Umberto Lisanti. Altri ancora hanno perso la mobilità di un arto, come Luca Raj o Giovanni Gentilin, entrambi plessolesi, ma velocissimi nelle rispettive categorie. Già, perché questi piloti corrono con moto mica da ridere: in sella a bolidi da 600 o 1000 cc, si lanciano a oltre duecento all’ora, e non si tirano indietro nella sfida corpo a corpo tra i cordoli sui più veloci e impegnativi circuiti nazionali. In pista a Vallelunga ci saranno anche due wild card: Daniele Pertusati, privo di una mano, e Antonio Rossi, il più anziano del gruppo con i suoi 62 anni.
L’atleta Annalisa Minetti non è rimasta insensibile a questa straordinaria iniziativa e all’evento di Vallelunga conoscerà personalmente i piloti del Team Di.Di., che, come lei, hanno saputo sconfiggere la propria disabilità in nome della passione per lo sport.

www.diversamentedisabili.it

18/06/2013Forza Ale!!!!!!!!!!!!

E' la tua battaglia più difficile, ma solo tu puoi vincerla...forza Aleeeee!!!

17/05/2013Lunedì 20 maggio tutti in piedi sul divano!!!

Scusate la latitanza ma la stagione sportiva è cominciata e le cose da fare sono sempre tantissime, pertanto ho dovuto trascurare un pò io mio sito, ma prometto che a breve mi rifarò!
Se volete vedere quanto di bello stiamo facendo con i ragazzi Di.Di.Diversamente Disabili (www.diversamentedisabili.it) guardatevi lo speciale sulle nostre gare di Binetto e di Misano con le interviste a Lucchinelli, Marchetti, Poggiali, Chili e a tutti i ragazzi del Team Di.Di.!!
L'appuntamento è per

LUNEDI' 20 MAGGIO, ORE 19.30
AUTOMOTOTV
Canale 139 di Sky

Attendo le vostre impressioni!!!!!

21/03/2013Endurance racing games…pronti, partenza…via!!!

Ci siamo!!! La prima gara della stagione sta per iniziare…tutto pronto (o quasi) per questo primo, doppio appuntamento del 2013 tra i cordoli.

Totalmente immersa nell’organizzazione della prima gara europea per i ragazi disabili, non ho ancora avuto modo di preparare le mie di cose per la gara…vi dico solo che la moto è ancora chiusa al box, con la sua copertina e con le gomme rain….esattamente come l’avevo riportata a casa il 5 novembre dopo la 200 miglia del mugello…non ho avuto neanche il tempo di mettere la chiave nel quadro e vedere se….
E devo ancora preparare il borsone…

Chissà perché, anche se programmi con molto anticipo, poi arrivi sempre con l’affanno agli appuntamenti importanti.

Cmq…nel pomeriggio si parte e inizia questa nuova avventura, resa ancor più speciale dai ragazzi Di.Di. che saranno presenti a Binetto per la loro prima gara.
E dalla presenza di Marco Lucchinelli, che ha sposato appieno l’iniziativa dell’Associazione e ha deciso di unirsi a noi per questo evento unico.
Questo il programma del weekend:
Gara di Endurance (sono in equipaggio con Emiliano):
Sabato 23 marzo
Ore 9.15 e 11.20 prove ufficiali
Ore 14.00 gara 1
Domenica 24 marzo
Ore 9.00 warm up
Ore 10.30 Gara 2

Di.Di. Trophy (prima gara europea per soli ragazzi disabili)
Sabato 23 marzo
Ore 10.05 e 12.10 prove ufficiali
Ore 15.30 gara 1
Domenica 24 marzo
Ore 9.40 warm up
Ore 14.00 Gara 2

come sempre potrete seguirci live sui rispettivi profili facebook: http://www.facebook.com/ChiaraValentini75 e
http://www.facebook.com/DiversamenteDisabili

Stay Tuned!!!!

 

14/03/2013La nostra Associazione Di.Di. su TG2 Motori!!!

Domenica 17 marzo, ore 13.25, l’Associazione Di.Di. sarà protagonista al TG2 Motori, storica rubrica motoristica di RAI2 condotta da Maria Leitner, con le interviste del giornalista di Motosprint Dario Ballardini.

Emiliano Malagoli e Matteo Baraldi raccontano così al grande pubblico nazionale la loro storia, e l’energia che li spinge a gareggiare con le protesi in sella a una moto

NON PERDETELO!!!!

03/03/2013Finalmente arriva Motodays...venite a trovarci!!!

Finalmente siamo arrivati al Motodays, l’evento motoristico più importante del centro/sud Italia che si terrà alla Fiera di Roma dal 7 al 10 marzo.

Ovviamente la nostra Associazione “Di.Di. Diversamente Disabili” non poteva mancare: saremo presenti sia con la Scuola Guida Di.Di. in un’area esterna ai padiglioni per permettere ai diversamente abili di provare le nostre moto adattate, sia con uno stand all'interno (PADIGLIONE 4, Stand F20) dove potremmo fornirvi tutte le informazioni sulle nostre attività, oltre che fornire consulenza sulle protesi grazie alla presenza dell'ortopedica Michelotti.

Emiliano, Matteo, io, e tutti gli altri ragazzi Di.Di. saremo lì...venite a trovarci anche solo per un caffè, vi aspettiamo!!!

08/02/2013Festa di Presentazione Di.Di...vi aspettiamo!

Cari amici, ho il piacere di comunicarvi che l'Associazione "Diversamente Disabili" si presenterà ufficialmente al grande pubblico e al settore delle due ruote

VENERDI' 15 FEBBRAIO, ORE 21.00 AL
DISCOCLUB "NOIR BELLAVITA", MONTECATINI TERME

con una grande festa aperta a tutti!

Saranno presenti inoltre Claudio Costa, Dario Marchetti, Wictoria Ziaja, oltre a nomi illustri del giornalismo sportivo e rappresentanti delle istituzioni e del mondo dello sport.

Sarà l’occasione per conoscerci di persona, per presentare i nostri progetti e raccogliere i fondi per le nostre attività.

VI ASPETTIAMO!!!

21/01/2013Nasce l'Associazione Di.Di. Diversamente Disabili

Ecco la mia più grande novità del 2013: la nascita dell’Associazione (prossimamente Onlus) “Di.Di. Diversamente Disabili”, creata da Emiliano Malagoli e Matteo Baraldi, 2 centauri speciali che corrono in moto grazie all’ausilio di protesi, Emiliano alla gamba destra, Matteo al braccio destro.

Sono ragazzi speciali, non solo per il coraggio, la determinazione e la forza di volontà che li ha riportati nuovamente in sella dopo i traumi subiti a causa di incidenti stradali, ma anche, e soprattutto, per i loro progetti che, giorno dopo giorno, stanno coinvolgendo tantissimi altri ragazzi, artolesi o portatori di protesi come loro.

L’Associazione, di cui faccio parte con molto orgoglio, è nata con l’intento di fornire un supporto a persone e famiglie che si trovano improvvisamente nella condizione di disabilità, e di (ri)avvicinarli alle due ruote, sia su strada che in pista.

Pertanto con Di.Di. nasce la prima Scuola Guida in Italia per ragazzi disabili, dove le moto saranno fornite dall’Associazione e adattate in base al tipo di problema motorio degli allievi (braccio destro, braccio sinistro, gamba destra, gamba sinistra).

Ma non solo. L’Associazione ha anche una vena racing, per cui stiamo organizzando un Team di ragazzi disabili per partecipare al Bridgestone Champhions Challenge 2013 (inserito all’interno della Coppa Italia) e schierarsi in pista tutti insieme, in un’unica categoria, contro i normodotati.
I ragazzi che parteciperanno (ad oggi sono già 10!!!!!!) concorreranno quindi sia nella classifica generale, che in quella a loro dedicata.

Il primo appuntamento ufficiale sia per la Scuola Guida che per il Team Di.Di. sarà dal 22 al 24 marzo presso l’autodromo di Binetto (BA): venerdì 22 si terranno i corsi di guida in pista; sabato 23 e domenica 24 andranno invece di scena le gare per i ragazzi del Team: una gara al sabato e una alla domenica riservata esclusivamente a loro (è la prima gara in Europa ad essere organizzata solo per diversamente abili!).
In più la possibilità di partecipare anche alla doppia gara di Endurance (sempre una al sabato e una alla domenica), dove l’equipaggio potrà essere costituito sia unicamente da ragazzi diversamente abili, sia da solo normodotati, sia misto, ossia da piloti normodotati e diversamente abili.
Ovviamente, visto anche il successo che abbiamo avuto a dicembre, il mio compagno di squadra non potrà che essere Emiliano! ;)

Per ora non mi rimane che ringraziare tutte le persone che credono fortemente in queste iniziative e che ci stanno aiutando a realizzare i nostri progetti. Abbiamo bisogno della vostra collaborazione, pertanto se siete interessati potete mandare una e-mail a diversamentedisabili@gmail.com

Invito inoltre tutti a collegarvi alla pagina facebook dell’Associazione e a cliccare su “mi piace” http://www.facebook.com/pages/DiDi-Diversamente-Disabili/284173645028823?ref=ts&fref=ts  …non costa nulla, ma ci aiuta a diffondere il nostro messaggio!

Grazie mille, a presto!!!

21/12/2012Buone festività e…grazie grazie grazie!

Siamo oramai arrivati a fine 2012, ed è normale tirare un po’ le somme di quest’anno che sta per chiudersi.

Iniziato a fatica, si sta chiudendo alla grande: è forse la prima volta che mi capita un’inversione di tendenza così radicale e positiva.

Rientrare in un mondo che avevo lasciato troppo bruscamente, un mondo che mi appartiene, fatto di emozioni, sfide, amicizie, risultati, è come essere ritornati a giocare, a gustarsi la vita.

Tagliati i rami secchi, quelli che ti succhiano le energie e pian piano ti spengono, è tornato il tempo di crescere, fiorire, dedicarsi a nuovi progetti e condividere nuove e vecchie emozioni.

Mi sento in dovere quindi di ringraziare un sacco di persone quest’anno: i vecchi amici, sempre accanto anche nei momenti bui; i nuovi, che mi hanno aiutato a “svoltare” e a riprendere in mano la vita che mi appartiene. E perché no, ringrazio anche chi mi ha fatto soffrire e incazzare, perché ne sono uscita molto più rafforzata.

Un grazie quindi a tutti, un augurio di buone festività con la promessa di rivederci il prossimo anno con tante, tantissime novità!!!

Ciao ragazzi!!!

18/12/2012Valentini-Malagoli campioni anche di sportività

Nella doppia gara di Endurance prevista all’interno del 24° Trofeo d’Inverno che si è svolto sul circuito di Binetto (BA) lo scorso weekend, l’equipaggio composto da Chiara Valentini ed Emiliano Malagoli si è distinto, non solo per i risultati, ma anche per il loro spirito sportivo.

Nella prima gara del sabato, vinta dagli imprendibili Dario Marchetti e Luigi Rozza in sella alla Ducati 1199 Panigale, hanno ottenuto un ottimo 3° posto assoluto (e un 2° posto nella categoria 2 valvole).
Mentre per la seconda manche della domenica hanno deciso di dare la loro moto, il prototipo GDR02, ai loro compagni di team Torcolacci-Mencarella che non avevano potuto schierarsi il sabato per un problema alla loro moto, danneggiata a seguito di una scivolata nelle libere del venerdì.

Arrivati al box domenica mattina per il warm-up abbiamo visto che la moto di Alessandro e Luca aveva ancora dei problemi nonostante i ragazzi del Team avessero trascorso tutta la notte cercando di rimetterla in sesto. Così abbiamo deciso di sfilarci la tuta e dare la nostra moto a loro. Eravamo contentissimi del risultato del sabato e volevamo approfittare delle migliori condizioni meteo della domenica per migliorarci ulteriormente. Ma ci dispiaceva troppo non vederli schierati anche per questa gara. Pertanto abbiamo simbolicamente consegnato loro le chiavi della nostra moto augurandogli buon divertimento!”.

Equipaggi, commissari e pubblico sono rimasti molto colpiti dal gesto di Emiliano e Chiara, sono tutti andati a complimentarsi per il loro spirito sportivo.
E per ringraziarli, Alessandro e Luca hanno conquistato uno splendido 2° posto nella classifica assoluta (sempre alle spalle di Marchetti/Rozza) e un 1° posto nella categoria 2 valvole.

Bravi ragazzi, queste cose fanno bene allo sport!

15/12/20123° posto assoluto, 2° di categoria...e alè!

Le endurance ci piacciono proprio!

Dopo 45 giri, una penalità per un mio sbaglio nel contare i giri, io ed Emiliano siamo arrivati 3° assoluti e 2° di categoria dopo un'intera gara con le rain su pista asciutta....siamo stati bravissimissimi!!!

E domani....seconda gara alle 10.30....speriamo in un gradino ancora più alto!

14/12/2012Un po’ di confidenza con moto e tracciato

Stamattina, dopo esserci persi ben benino per le campagne pugliesi, approdiamo finalmente all’autodromo del Levante….

La prima cosa che colpisce è che in mezzo ad una distesa di ulivi….come entri noti la seconda..il colore: cordoli, muri, box, torrette, bagni, protezioni….tutto ROSA e VIOLA!!!Sembra veramente di stare a Disneyland…e la spiegazione ufficiale (che in effetti abbiamo verificato) è che al tramonto, ben visibile dal circuito, tutto lì intorno diventa con i colori di quelle tonalità…però, che spirito poetico che hanno quaggiù! ;)

Ma passiamo a noi: il tempo di scaricare il furgone, allestire il box e preparare le moto e mi vesto per fare i primi giri sulla GDR02. I primi turni li dedico a studiare il tracciato, poi mi concentro sulla moto. Non mi dispiace Binetto, anzi: la parte finale, raccordat, la trovo molto bella, sono giusto un paio di rampini dopo il traguardo che mi sono un po’ antipatici. La moto invece ha una posizione di guida che mi piace un casino…la sento proprio mia! Il motore è un po’ scorbutico e borbottante, specialmente ai bassi regimi, ma giro dopo giro abbiamo trovato sempre più un feeling reciproco. Come ogni moto da pista che si rispetti, solo quando incomincia a “viaggiare” un po’ si scioglie, altrimenti sembra un mezzo trattore :)

Purtroppo una pioggerellina post pranzo mi ha impedito di rientrare, mi spiace più che altro per Emiliano che ha potuto fare solo 6 giri, un po’ pochini per capire una moto nuova su un tracciato mai visto.
Cmq lo spirito è alto, la temperatura è mite e abbiamo tanta voglia di divertirci. La cosa bella è che ci sono molti volti conosciuti, storici…questa non è una gara normale, ma proprio una bella “zingarata” come la definisce il buon Viola. E stasera tutti a cena insieme!

Domani abbiamo le prime qualifiche alle 9.25 e poi alle 11.30. La gara è alle 14.00….vi terrò aggiornati!!!

13/12/2012Binetto: pronti, partenza, via!

Che ci sia neve, pioggia, temperature polari o sole brasiliano noi siamo pronti per la trasferta in terra pugliese, oggi si parte!

Come sempre vi terrò quotidianamente aggiornati, sia dal mio sito che dal mio profilo FB, anche perché in questa occasione prenderemo parte a ben 2 gare di Endurance, una al sabato e una alla domenica…ne avremo da raccontare!!!

Pertanto…come sempre…stay tuned! ;)

04/12/20121° Trofeo del Levante a Binetto...l'ultima gara!

A poco meno di un mese dall'ultima gara del Mugello, ecco che sta per partire una nuova avventura.
Questa volta sarà il circuito pugliese di Binetto ad ospitare l'ultima gara dell'anno in occasione del 1° Trofeo del Levante, il 15 e 16 dicembre.

Dopo il successo ottenuto alla 200 miglia, Chiara si presenterà al via in questa nuova, doppia gara di Endurance (una al sabato e una alla domenica), in coppia con un centauro speciale: Emiliano Malagoli.

“Ho conosciuto Emiliano al Mugello un mese fa e sono subito rimasta colpita dalla sua passione per le moto e per la vita.
Corre con una protesi alla gamba destra a causa di un incidente stradale, ma ha coraggio e determinazione da vendere! Sono contentissima di potermi schierare con lui in griglia, sarà sicuramente un weekend ricco di emozioni…e speriamo di risultati!
Ringrazio tantissimo la Scuderia “Superbike Mugello” che oltre ad accompagnarci in questa trasferta ci metterà a disposizione la moto , il prototipo GDR02.
Tra qualche giorno inizieranno i preparativi…direi che questo è il più bel regalo di Natale! “

23/11/2012Emiliano e Matteo: due piloti "nuovamente abili"

Carissimi amici, vi segnalo questo articolo su due ragazzi speciali, Emiliano Malagoli e Matteo Baradli ....leggere per credere!!

http://www.bikersbyte.it/index.php?option=com_content&view=featured&Itemid=101

Cerchiamo di dargli una mano a realizzare un bellissimo progetto per motociclisti disabili!
Se volete contattarli li trovate su FB...oppure mandate ina e-mail a me! Grazieeee! ;)


16/11/2012Nella fotogallery le foto dell'Endurance

Cari ragazzi, nella fotogallery trovate gli scatti più belli della 200 miglia del Mugello...ringrazio i fotografi Andrea Bardi (ABCPhoto) e Gianluca Polizzi!

09/11/2012Un pò di video spot della gara di Endurance...

Ciao ragazzi, abbiamo caricato su youtube qualche piccolo video della gara...vi segnalo qui di seguito i link dove poterli visualizzare...

Buona visione! ;)

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=_8S0W7OawKs

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=XDwUHypISYA

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=-F4lKJ8Mw-s

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=5shF3RNlmRc

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=RI84ipJk0bg

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=5zqjcNhxv1M

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=PAzykbCWpJA

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=69mERIo-llM

06/11/2012La 200 Miglia del Mugello: rientro con podio

Il 2008 era stata la sua ultima stagione agonistica in sella alla LR di Franco Lenci. Da allora Chiara Valentini si è vista tra i cordoli solo per i suoi corsi di guida in pista. Abbiamo aspettato 4 anni per poterla vedere nuovamente gareggiare.
L’occasione si è presentata con la “200 Miglia del Mugello” che si è svolta sul circuito toscano domenica 4 novembre.

Un rientro inaspettato: “In questi quattro anni mi sono tenuta lontana dalle piste perché le corse mi mancavano troppo, avevo deciso di smettere perché sapevo che non sarei potuta più essere competitiva con la mia spalla malconcia. Ho avuto il coraggio di risalire in sella solo lo scorso agosto, giusto per divertimento. Eppure, levata un po’ di ruggine, ho ripreso subito a girare sui tempi di quando ho smesso, come se non fosse mai passato tutto questo tempo. Così il gradino successivo era capire se avevo conservato anche la “testa da pilota”…e l’occasione della gara di Endurance del Mugello mi è sembrata l’occasione giusta per mettermi alla prova anche su questo fronte”.

La “testa da pilota” le è rimasta: Chiara (su Ducati 1098), insieme al suo equipaggio composto da Gabriele Dolfi (CBR 1000 RR) e Dimitri Tempesti (BMW 1000 RR) hanno conquistato il terzo gradino del podio dopo una gara lunga e sofferta: “Siamo stati bravissimi!!! E pensare che al 4° giro dei 62 previsti eravamo già in svantaggio di 3 giri per via della scivolata di Dimitri subito dopo la partenza…ma non ci siamo scoraggiati, e sotto un diluvio incessante siamo rimasti concentrati e abbiamo recuperato posizioni su posizioni girando veramente forte tutti e 3…e alla fine ce l’abbiamo fatta!!! Che emozioni…e pensare che un paio di mesi fa non pensavo neanche di risalire in sella…figuriamoci di rifare una gara…e figuriamoci un podio!!!
Incredibile veramente di come le cose possano cambiare velocemente e per caso…. Un grazie di cuore a tutte le persone che mi hanno aiutato in questa impresa: a Fabrizio (Vueffe Racing), a Mauro (Fisiomet), a Marco Chini e Franco Lenci, agli amici di BikersByte Italia e ovviamente ai miei 2 fantastici compagni di squadra conosciuti appena 48 ore prima, Gabriele e Dimitri…è stato un weekend che ricorderò per molto tempo!!!
”.

Chissà che i risultati di questa gara non la convincano a rientrare per la prossima stagione...

05/11/20123° posto all’Endurance!!!! Gara incredibile….

Impossibile da credere pochi mesi fa che sarei ritornata a correre, fuori ogni immaginazione che potessi finire a podio al rientro ….quante emozioni questo weekend !

Datemi qualche ora per riprendermi e vi racconto tutto!!! ;)



02/11/2012Intanto vi dico che oggi il tempo è stato...

....clemente...e parlo di quello metereologico!!! ;)
Nel pomeriggio è uscito un bel sole che mi ha permesso di fare 3/4 turni....tanto per levare un pò di ruggine. Se devo essere sincera non sono soddisfattissima dei tempi fatti (questa volta parlo del cronometro!)...ma del resto ci sarà un motivo per cui il mio nick è frogghy DIESEL!!!!
Speriamo quindi domani di darci una svegliata. Ho conosciuto gli altri 2 piloti del mio equipaggio...molto molto simpatici e anche gran manici...ci sarà da divertirsi!
Domani prime qualifiche nel pomeriggio...per ora vi saluto e vi rimando a questo link per vedere le prime foto, in attesa di pubblicarle qui al rientro
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.214374708694505.57154.100003659320100&type=3

Buona notte a domani!!!

30/10/2012Live Endurance del Mugello

Ciao ragazzi, è tutto pronto o quasi per la 200 miglia del Mugello…giovedì si parte!

Speriamo solo che non servano né le gomme rain…né le chiodate! ;)

Vi aggiornerò giorno per giorno di come stanno andando le cose…stay tuned e incrociate le dita!
Ciaooo!!!

09/10/2012Endurance arrivo!!! Tutto inizia con un sms

Tutto inizia con un sms: “che hai da fare il 4 novembre?”
“Nulla….perchè?”
“C’è la gara di endurance al Mugello…la 200 miglia….la facciamo???”

Chi mi conosce bene sa che io adoro le gare di endurance, specialmente la 24 ore che non ho mai avuto l’opportunità di fare…diciamo quindi che nessun altro invito sarebbe apparso più ghiotto….
Però…però…dopo l’entusiasmo iniziale la parte razionale mi dice la sua: "sei appena rientrata in pista dopo 4 anni, solo un paio di uscite in moto da agosto, il mugello lo conosci poco, non hai la licenza, che la prendi a fare a fine anno…non sei allenata per una gara normale figuriamoci per un endurance…."

Un po’ di difficoltà tecniche e la notizia che il mio compagno di avventura dovrebbe diventare papà proprio quei giorni mi fanno abbandonare l’idea. Provo in extremis a cercare qualcuno che abbia un 1000 per fare la gara (la cilindrata deve essere la stessa) ma nulla.
Pazienza, evidentemente “nun sà da fà”…questo inverno solo palestra in vista della prossima stagione…stavolta l’ha vinta la ragione.

E poi ieri, inaspettatamente, il msg di un mio amico pilota che mi dice “ti ho trovato l’equipaggio!!!” “Veramente??? Fantasticooo!!”. La parte razionale stavolta neanche si è affacciata….e così ho fatto immediatamente ripartire il “circus” delle corse: la visita medica e i moduli per la licenza, l’iscrizione alla gara, allerto il mio fidatissimo preparatore Ducati e l’indispensabile amico fisio, gli amici…etc., etc.

Mancano ancora un sacco di cose da fare ovviamente e non nascondo un po’ di timore nel rientrare in una gara così impegnativa, ma sono sicura che con i miei compagni di equipaggio, Gabriele e Dimitri, sarà una bellissima esperienza...

Per ora grazie a tutti quelli che sono sempre pronti a darmi una mano…e se non avete nulla da fare vi aspetto il 4 novembre al Mugello!!!!
E come sempre…stay tuned! ;)

03/10/2012Breve comunicazione di servizio

Breve comunicazione di servizio: non ho ancora definito i miei programmi per la stagione 2013, pertanto chi avesse ricevuto proposte di collaborazioni per il prossimo anno con i miei riferimenti, può considerarle non più valide.

Vi informerò dei miei eventuali progetti direttamente dal mio sito…stay tuned! ;)

11/08/2012Mugello: io speriamo che me la cavo!

E’ questo il must della 3 giorni al Mugello con la mia nuova compagna a 2 ruote.
Finora me l’ero cavata a trovare in tempi record la moto e a provarla per vedere che tutto funzionasse, ma tutto sommato era la parte più semplice, seppur più delirante.

Ora avevo 3 giorni a disposizione per confrontarmi con la pista, con la moto, ma soprattutto con me stessa.

Non mi dilungherò a raccontarvi per filo e per segno com’è andata: vi dico solo che il rientro tra i cordoli ha superato le mie aspettative, per tanti, tantissimi motivi: ho passato 3 giorni bellissimi, in compagnia di un gruppo molto affiatato; ho ripreso confidenza con la moto e con la velocità; ho riscoperto la vita da paddock vissuta da “amatore”.
Ma soprattutto ho risvegliato tutte quelle emozioni che solo la pista ti sa trasmettere, emozioni che in questi anni di vita “normale” mi erano mancate enormemente.

Bello, bello tutto veramente!!!

D’obbligo i ringraziamenti a tutti i ragazzi che ho conosciuto in questa nuova avventura e che l’hanno resa ancora più speciale. Ora un po’ di ferie e poi pensiamo alla prossima uscita!

Buone vacanze a tutti!!!
PS…nella fotogallery trovare qualche fotina del Mugello, in attesa di pubblicare anche quelle in pista!

25/07/2012Volere è potere...ma ci vuole anche un pò di c...

Iniziamo con il dire che, dopo l’uscita di Viterbo, avevo preso la decisione di rimettermi alla prova tra i cordoli. Prima di comprare una moto volevo fare almeno un test, con una moto vera e un circuito con la C maiuscola, per capire se ancora mi ricordavo qualcosina.

Il test è sfumato all’ultimo minuto per la rottura della moto, ma oramai la “scimmia” aveva preso il sopravvento: l’unica cosa che potevo fare con certezza era prenotare un circuito, quello con la C maiuscola. Avrei iniziato da lì per poi cercare la moto, quella con la M maiuscola.

Ho voluto appositamente darmi una scadenza, altrimenti le cose si dicono e non si fanno.

Così, con la giornata già comprata, mi informo su quale moto acquistare: la scelta va su una R6 pronto pista. Ne vado a vedere un paio, faccio qualche chiamata, mi stampo un’enciclopedia di annunci: non mi convince nulla. Intanto la data della pistata si avvicina…e non ho ancora nulla per le mani.
Così ampio la scelta, incomincio a valutare anche l’848: il prezzo è più alto…però a me il bicilindrico piace! Anche qui telefonate: chi sta giocando con la paperelle al mare, chi è in ritiro in Tibet, chi non trova più le chiavi…e la data sempre più vicina…mancano oramai pochi, pochissimi giorni.

Nel mentre allerto il meccanico, il mio amico fisio, il noleggio furgoni, gli amici per farmi prestare gli attrezzi, etc. etc. : quasi surreale, ho organizzato tutto tranne che un piccolo dettaglio: NON HO LA MOTO!!!

Una mattina digito sulla tastiera numeri a caso…esce la combinazione 1098….seleziono un paio di annunci, partendo da quello più vicino Roma…e il giorno dopo sono già a vederla…ma giusto così…tanto per…però sembra proprio bella!

Era un sabato…e il mercoledì successivo la porto da Lenci per avere un suo giudizio. La “scansiona” finché a un certo punto sbofonchia “…mmhh…si…c’è un qualcosina da fare…però…”. La sua smorfia per me valeva come un SI…trovata!!!
Potevo iniziare l’endurance delle cose da organizzare: 3 giorni dopo sarei dovuta scendere in pista.

Lascio la moto con la M maiuscola in officina per un check e incomincio a richiamare tutti: il fisio, il noleggio furgoni, la pista, chi mi deve prestare taniche, cavalletti, prese elettriche, gazebo…e tutte quelle diavolerie che servono, ma di cui non ricordo più nulla. E poi di corsa nella soffitta di casa dove tengo le cose di quando correvo…praticamente una caccia al tesoro!
Arrivo alla sera stremata ma contenta: vedevo una luce! Finché non sento Paola per telefono che mi chiede “…e che gomme hai montato?”
………AAARRRGGGHHH!!! Le gommeeeeeee!!!!! Le avevo completamente rimosse!!! Ma che misura monta il 1098??? E che modello scelgo??? Non sono più aggiornata!!
Di corsa su internet: ordino quelle più economiche, avviso il corriere, avviso il portiere…è tardi!!!
Il giorno dopo salta il furgone, le gomme non arrivano, i cavalletti che ho non vanno bene…e penso “ma chi me l’ha fatto fare?”.
Un paio di birre per convincermi che oramai mancava poco…e che non potevo mollare proprio ora.

Da quel momento in poi si è tutto magicamente risolto … poche ore dopo ero pronta per caricare la moto e andare a Vallelunga.
Ce l'avevo fatta: in 7 giorni ho cercato, trovato e acquistato una moto strepitosa ed ero pronta a tornare in pista.

Volere è potere (ma ci vuole anche un pò di c... !)

12/06/2012La "comunione" tra i cordoli...

Visto che di battesimo non si può certo parlare, vi dirò che nei giorni scorsi ho raggiunto il traguardo della comunione tra i cordoli.

Ben quattro gli anni di astinenza forzati per via di una spalla malconcia che non mi ha più permesso di girare con spensieratezza e divertimento.
Ben quattro gli anni in cui mi sono tenuta lontana dalle piste perché non mi sentivo pronta a risporcarmi le mani di grasso, a odorare la puzza di benzina, a sentire i motori accesi pronti per partire, a vedere negli occhi dei piloti la gioia per aver limato qualche decimo qui e lì.

Ma nell’aria qualcosa stava cambiando: l’inverno passato a rifare fisioterapia, gli inviti degli amici ad accompagnarli a girare, una gran voglia di risalire in sella.

Così, complici 2 amici "tentatori", ho accettato di rimettermi la tuta.
La prima volta a Valle con la sola idea di dare qualche consiglio, la seconda a Viterbo (a porte rigorosamente chiuse!) per vedere se ancora mi ricordavo qualcosa.
La condizione sine qua non per entrambe: cronometri banditi! ;)

Questo sport è magico: sono bastati pochi giri per cancellare i 4 anni di lontananza e far riaffiorare tutte le emozioni di un tempo; qualche altro giro per riprendere una posizione da simil-pilota; un paio di turni per ricordarsi vagamente come si stacca e come si accelera; infine l’ultima parte della giornata solamente per il gusto di guidare il più possibile veloci, appesi alla moto e attaccati ai cordoli.
La ciliegina sulla torta? Scendere dal mio “cammellone” (il multistrada) e salire su una vera SS che ti porta giù in piega come non mai, con un motore che urla e con quella posizione “scomoda” che tanto mi piace…bentornata a casa Chiara!!!

Tante, tantissime le emozioni in queste 2 uscite: paura, gioia, nervosismo, soddisfazione, godimento…ho ritrovato tutto quello che in questi anni mi è mancato.
Un grazie speciale ad Ale e soprattutto a Gongolo per avermi dato quella “spinta” giusta per riaccendere una passione che stavo cercando di tenere assopita! 

E ora… un po’ di sana alimentazione, un po’ di allenamento, la ricerca del giusto “vestito” che mi faccia sentir bene e …no, non è la prova costume…la prossima volta sarà la prova cronometro! :D

Alla prossima!!!

PS…se ci riesco a breve un paio di fotine!

11/04/2012Ops...dimenticanza...

Ciao ragazzi, ero troppo presa a capire come funziona 'sto facebook che mi sono dimenticata di aggiornarvi! :)
Per impegni personali purtroppo quest'anno non potrò prendere parte ai corsi di guida sicura "Isam Moto Master". Chi fosse interessato può contattare direttamente la segreteria.

Per ora vi saluto e..non è detto che non mi vediate da qualche altra parte.... :)

27/03/2012Approdo su FB!

Ciao ragazzuoli, mi hanno convinto a "socializzarmi" su Facebook, pertanto sto ufficialmente aprendo il mio profilo!<BR>Stavolta sono io, non è un furto d'identità! :) :) :)

Portate un pò di pazienza che capisco come funziona, questo il mio indirizzo: 
http://facebook.com/ChiaraValentini75

Vi aspetto lì!!!

03/03/2012Al via la 3° edizione del Moto Master....

Anche quest’anno, dopo il lungo e freddo inverno, torna con l’inizio della primavera la 3° edizione dell’Isam Moto Master, i corsi di guida in moto organizzati in collaborazione con il circuito dell’Isam. Sempre tre le tipologie offerte: principianti (solo nel paddock), base (paddock/pista) e avanzato (pista).

Per ora queste le date in calendario: sabato 31 marzo, sabato 5 maggio e sabato 16 giugno.
Pronti a sgranchirvi tra i cordili????
Qui tutte le informazioni: http://www.isam-spa.it/index.php?option=com_content&amp;view=article&amp;id=37&amp;Itemid=62>

23/12/2011Tanti auguri di buone feste!

Ciao ragazzi, è un po’ che non mi faccio sentire così approfitto delle festività che sono sempre una buona occasione.

Vi lascio per questo 2011 dicendovi che ho una voglia bestiale di ritornare tra i cordoli!

E’ stata dura la decisione nel 2009 di abbandonare le corse per via della spalla infortunata 3 anni prima a Vallelunga e mai recuperata…ma ho provato e riprovato, senza risultati.

Da qui la decisione di abbandonare le corse e di non scendere più in pista perché alla fine dei turni mi rimaneva solo un gran dolore e una gran rabbia.

Ora però ho un gran bisogno di sfogarmi e di sfidarmi in pista, mi manca terribilmente la sensazione di libertà e di completezza che solo le corse sanno dare. Mi manca quell’alchimia magica che si chiama ADRENALINA!

Così ho deciso di riprovare a rimettermi in carreggiata. Ho iniziato da qualche settimana nuove sedute di fisioterapia…e sto lavorando sodo. Non voglio illudermi, ma confido in Mauro che è molto bravo e grande appassionato di motori, che ha preso a cuore la mia causa.

Il mio obiettivo non sono le corse per ora, ma il godermi nuovamente qualche giro tra i cordoli con gioia e spensieratezza. Già questo sarebbe un enorme passo avanti.

Ecco, questo è quanto ho chiesto a Babbo Natale per questo anno, e quanto spero per il 2012…se è vera la profezia dei Maya, almeno me la voglio godere fino in fondo!!! :)

Tanti cari auguri a tutti voi e alle vostre famiglie, spero di darvi presto buone notizie!

Chiara

23/10/2011Ciao Sic

.

15/09/2011Da Motobistrò i corsi teorici di guida moto

Partono i primi corsi teorici di guida moto su strada e in pista di Motobistrò,in collaborazione con Chiara Valentini, istruttore e campionessa europea.
Il primo appuntamento è per mercoledì 21 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 21.00 per il corso di guida su strada; appuntamento per quello su pista il giorno successivo, stesso orario.

Costo 15 euro a corso, compreso aperitivo al cartoccio.
Aperto a uomini e donne, con qualunque tipo di mezzo - Numero chiuso

Per maggiori informazioni e prenotazioni:
http://www.motobistro.it/eventi/corsiguida.asp

 

25/07/2011Pubblicate le foto del Moto Master!

Abbiamo inserito le foto dell'ultimo Isam Moto Master, potete vederle in fotogallery o cliccando sull'icona delle foto direttamente dalla precedente news...buona visione!!!

14/07/2011Moto Master: vi aspettiamo il 10 settembre!

Che ne direste di sgranchirvi un pò le gambe dopo la pausa estiva?
Eccoci qui pronti per voi, con un'altra edizione di corsi di guida Isam Moto Master !!!

Vi aspettiamo tutti sul circuito dell'Isam il 10 settembre (mi raccomando, in forma e abbronzati!), le tipologie di corsi e le modalità di iscrizione sono sempre le stesse (tutte le informazioni le trovate cmq sul sito dell'Isam http://www.isam-spa.it/)

Se volete le riprese video di tutta la giornata in pista, portatevi dietro USB di ottima capienza o hard disk esterni...li copieremo a fine giornata!

Buone vacanze a tutti, ci vediamo a settembre!!!

 

21/06/2011Grazie ai ragazzi del Moto Master!

Alle ragazze e ai ragazzi che hanno preso parte all'Isam Moto Master di domenica 19, un grazie e tantissimi complimenti per la simpatia (ci siamo proprio divertiti!) e i progressi che avete raggiunto a fine giornata, veramente una grande soddisfazione per noi!!!

Inserisco quanto prima le foto...e sto raccogliendo i video: scrivetemi su chiara@chiaravalentini.it per averne una copia!

Alla prossima!!!!!!

31/05/2011Altra data per l'Isam Moto Master

Appuntamento domenica 19 giugno presso il circuito dell'Isam per i corsi di guida sicura in pista!!!
Stesse tipologie e modalità di iscrizione del 28 maggio...vi aspettiamooooo!!!

11/05/2011Safety Day: tre giornate dedicate alla sicurezza

La sicurezza non è mai abbastanza, soprattutto se si è alle prime armi e non si conoscono le problematiche della viabilità, per questo l'AISCAM (associazione italiana sicurezza  circolazione automezzi), la Fondazione Ania per la sicurezza stradale, Confindustria ANCMA ed Equal ripropongono nelle giornate dell'11, 12 e 13 maggio i cosiddetti "Safety Day".
Si tratta di tre giorni dedicati alla sicurezza stradale rivolti ai giovani d'età compresa tra i 14 ed i 17 anni.

Un massimo di 60 partecipanti al giorno prenderanno parte a quattro attività a rotazione, in un arco di tempo che va dalle 9.00 del mattino alle 17.00 del pomeriggio. Il consiglio è quello di recarsi la mattina nel piazzale antistante lo stadio Flaminio accompagnati dai genitori per accreditarsi, perché i posti sono limitati in quanto partecipano all'iniziativa gli alunni di alcune scuole indicate dal Ministero della Pubblica Istruzione. I ragazzi saranno alle prese con due prove pratiche, rispettivamente alla guida di uno scooter 50 cc e di una minicar, poi prenderanno parte ad un dialogo di gruppo sulla sicurezza stradale e ad un incontro di gruppo con psicologi ed esperti in adolescenza e prevenzione.

A bordo degli scooter capiranno cosa vuol dire eseguire in maniera corretta manovre di slalom e frenata, saranno alle prese con un passaggio in un corridoio stretto e guideranno in un percorso a forma di otto. Mentre con i quadricicli, dopo aver appreso la giusta posizione di guida, capiranno come effettuare al meglio le manovre di base: partenza, accelerazione e decelerazione, e come frenare e parcheggiare nel modo corretto. Il tutto sotto la supervisione attenta di un tecnico della FMI, Chiara Valentini, e degli istruttori di Scuola Guida Sicura dell'I.S.A.M. di Anagni.

Nelle fase teorica i ragazzi apprenderanno importanti nozioni sulla sicurezza, come l'abbigliamento tecnico per andare sulle due ruote, affronteranno l'analisi dei rischi a cui sono sottoposti su strada e apprenderanno le profonde differenze sul rischio calcolato dei piloti in pista e quello imprevedibile della strada. Infine, affronteranno il delicato argomento delle conseguenze indotte dall'alcool su chi è alla guida e apprenderanno come i mezzi di trasporto e l'autonomia che conferiscono simboleggiano il delicato passaggio dall'adolescenza all'età adulta.

09/05/2011Iscrizione aperte per l'Isam Moto Master-28 maggio

Come preannunciato, ecco qui tutte le info per prendere parte all'Isam Moto Master del 28 maggio.
Vi aspettiamo!!!

************************

A seguito delle numerose richieste l'ISAM SpA in collaborazione con CHIARA VALENTINI, tecnico Velocità e campionessa Europea Femminile 2006 (www.chiaravalentini.it) ha deciso di realizzare Sabato 28 Maggio 2011 due tipologie di corso per motociclisti.

CORSO NEOFITI
Realizzato all'interno del piazzale. Gli allievi apprenderanno i rudimenti necessari alla guida sicura della moto. Se ritenuti pronti al battesimno della pista dal loro istruttore potranno fare i primi turni in circuito.
COSTO € 150,00

CORSO DI PILOTAGGIO
Divisi in gruppi di massimo 5 moto seguiti da un istruttore, in funzione del loro livello di guida, gli allievi alterneranno lezioni teoriche a turni in pista. La proposta prevede una giornata intera in circuito per un totale di 3 ore di teoria e ben 5 di pratica. In circuito verranno curate con particolare attenzione traiettorie e punti di frenata, uso del motore e del cambio.
Il tutto ripreso da videocamere per potersi rivedere in aula e discutere con l’istruttore sugli eventuali errori da correggere.
Completeranno l'istruzione della giornata cenni sulla preparazione fisica e su come gestire la fatica di una giornata di pista.
COSTO € 350,00

Per partecipare (con moto propria per entrambe le tipologie di corso) bisogna necessariamente essere dotati di abbigliamento specifico per la pista.
Chi intende partecipare esclusivamente al corso neofiti potrà, a sua discrezione, dotarsi esclusivamente di casco, giacca tecnica con paraschiena e guanti da moto. (abbigliamento non consentito nel caso di entrata in pista).

Le attività devono essere prenotate telefonicamente chiamando la segreteria ai numeri 0775/768194 - 3498814747 oppure inviando una mail a info@isam-spa.it

06/05/2011Isam Moto Master: spostamento al 28 maggio

Cari ragazzi, per motivi organizzativi dobbiamo spostare di una settimana la prima data dell'Isam Moto Master 2011: non più sabato 21 maggio bensì sabato 28 maggio.

l programma della giornata rimane invariato (eccetto per la parte pratica, non più 4 ore ma ben 5 !!!): appuntamento in circuito alle 8.15, chiudiamo alle 18.30 con un rinfresco e la consegna dei diplomi. 

Entro lunedì vi scrivo tutti i riferimenti utili per l’iscrizione.
Ci vediamo sabato 28!!!

 

21/04/2011Isam Moto Master 2011: scaldate i motori!

Dopo il successo dell'edizione 2010, anche per quest'anno riapre i battenti l'Isam Moto Master, i corsi di guida dedicati ai motociclisti organizzati sul circuito dell’Isam (Anagni – FR).

Sempre 2 le tipologie di corso offerte:

CORSO NEOFITI: realizzato all'interno del piazzale. Gli allievi apprenderanno i rudimenti necessari alla guida sicura della moto. Se ritenuti pronti al battesimo della pista dal loro istruttore potranno fare i primi turni in circuito.

CORSO DI PILOTAGGIO: Divisi in gruppi di massimo 5 moto seguiti da un istruttore, in funzione del loro livello di guida, gli allievi alterneranno lezioni teoriche a turni in pista. La proposta prevede una giornata intera in circuito per un totale di 4 ore di teoria e ben 4 di pratica. In circuito verranno curate con particolare attenzione traiettorie e punti di frenata, uso del motore e del cambio.
Il tutto ripreso da videocamere per potersi rivedere in aula e discutere con l’istruttore sugli eventuali errori da correggere. Completeranno l'istruzione della giornata cenni sulla preparazione fisica e su come gestire la fatica di una giornata di pista.

La prima data in calendario è per sabato 21 maggio.
A breve uscirà il programma completo con tutte le informazioni dettagliate del corso e le modalità di iscrizione.

Restate collegati e…scaldate i motori!!!


24/03/2011 Sabato 2 aprile: inaugurazione "Motòbistrò"

Ciao ragazzi, ho il piacere di segnalarvi l'apertura di un nuovo negozio a Roma, MotòBostrò. Unico nel suo genere, oltre ad offrire una ampia scelta di abbigliamento e accessori dedicati alla donna motociclista, sarà un punto di ritrovo per aperitivi, pranzi e cene a base di prodotti tipici e a km 0.
Ma non solo...leggete leggete!

Ovviamente ci sarò all'inaugurazione...vi aspetto!

******************************

Inaugurazione MotòBistrò
sabato 2 aprile dalle ore 19
via Francesco Negri 7 Roma

Apre a Roma il primo negozio di abbigliamento moto e urban dedicato alla donna.

Dopo UK e Francia, ora anche in Italia centaure, scooteriste, passeggere e appassionate della moda dal look motociclistico hanno un posto dove andare, a colpo sicuro, per trovare la più ampia scelta di abbigliamento e accessori, sia prettamente tecnici che fashion.

E non solo. Il locale, 600 mq nel cuore della città, in zona Ostiense/Gazometro, davanti agli ex Mercati generali, accanto all’università e agli spazi più vivi delle notti romane, sarà anche il nuovo punto di riferimento per aperitivi, brunch, pranzi, cene, serate, eventi, presentazioni, sfilate, mostre, corsi, moda, musica.

Tante marche, modelli, taglie, colori e poi ancora gadget, oggetti speciali, i modelli innovativi, le linee originali capaci di esprimere la personalità di chi guida, insieme all’idea di divertimento e libertà propria delle due ruote.
L'abbigliamento comunica la nostra immagine agli altri e a noi stessi – le due ruote sono lo strumento privilegiato per divertirci, andare ovunque, essere vive, autonome. E’ questo che MotòBistrò mette insieme.
Aperitivi al cartoccio ed un percorso gastronomico che conosce la freschezza dei sapori appena colti a km 0, gli ingredienti tipici della campagna romana andati a scovare, curva dopo curva, dai singoli produttori ed insieme la selezione delle migliori ricette scoperte in giro per il mondo.

Sport e Arte, Gusto e Bellezza, Spirito libero e Piacere sono le parole chiave per entrare a MotòBistrò.

Da dare all’ingresso - come pass di invito - sabato 2 aprile, alla festa di inaugurazione:
MotòBistrò
sabato 2 aprile dalle ore 19.00
Via Francesco Negri 7 Roma (via Ostiense angolo Gazometro, parcheggio free su via Negri o garage in via Ostiense 79).

Ti aspettiamo!

15/03/2011Safety Day a Motodays: un grande successo!

Sono 180 i ragazzi che hanno potuto provare la minicar e il motorino a Motodays, in un percorso chiuso, sotto la guida esperta degli istruttori dell'Aiscam. Chiuso il Salone romano delle due ruote è il momento dei bilanci.

4 scuole, per complessivi 110 ragazzi, più altri 70 venuti spontaneamente, spesso insieme ai genitori. Sono questi i numeri della nostra partecipazione all'evento presso la Fiera di Roma, con il consueto format “Safety day”. Prova di entrambi i veicoli, dialogo di gruppo sulla sicurezza stradale e incontro con i docenti di psicologia dell'Università Sapienza di Roma. Aiscam sta infatti portando avanti una ricerca in collaborazione con un pool di psicologi, per individuare un diverso protocollo didattico, specifico per l'educazione alla sicurezza stradale degli adolescenti.
Il risultato della prima volta nell'ambito di un evento aperto al pubblico è stato entusiastico, con tre istituti scolastici che si sono già prenotati per le prossime edizioni del nostro evento di sicurezza stradale, e molti genitori interessati a far partecipare i loro figli.

L'evento è stato realizzato in collaborazione con Aixam e Kymco, che hanno fornito i veicoli, nonché con il supporto di Alpinestars, che ha vestito i ragazzi con abbigliamento tecnico e fornito protezioni e capi d'abbigliamento per le dimostrazioni di sicurezza passiva.

Il prossimo appuntamento con il Safety day è per la metà del mese di maggio a Roma, nel piazzale antistante il Palalottomatica.

08/03/2011Il Safety Day sbarca a Motodays...vi aspettiamo!

Il “Safety Day: una giornata di educazione stradale” sbarca per la prima volta al Motodays, durante la sua terza edizione alla Nuova Fiera di Roma.

AISCAM, ospite del Salone Moto e Scooter della Capitale, aperto dal 10 al 13 Marzo, ripropone il suo format per mettere in pratica quanto già deciso nel nuovo Codice della Strada: istruire i giovani ed addestrarli alla guida su strada. Il Safety Day, infatti, è un progetto di formazione teorico/pratica coordinato da istruttori professionisti ed esperti del settore, che vede il coinvolgimento di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni.

L’iniziativa prevede il coinvolgimento diretto di alcune scuole di Roma e si sviluppa in 4 attività giornaliere (per l’intera durata del Salone) che a causa di spazio limitato non potranno essere svolte contemporaneamente, come solitamente avviene, ma secondo le seguenti modalità e tempistiche:
ore 10,00 – 13,00 prova pratica ciclomotori e attività con gli psicologi della Sapienza
ore 14,00 – 17,00 prova pratica minicar e sessione sulla sicurezza passiva

Con la collaborazione dei costruttori di minicar e della Kymco per i ciclomotori, AISCAM mette a disposizione dei giovani il suo know how per insegnare le tecniche di una guida sicura e consapevole. Insieme a psicologi ed esperti del settore, si propone di coinvolgere i partecipanti in attività di riflessione sul senso della vita e sui rischi che si corrono quando si guida.
Il Safety Day, dunque, è un’iniziativa gratuita aperta al pubblico che prevede anche il coinvolgimento dei genitori, che possono così conoscere i limiti dei veicoli che i giovani sono autorizzati a guidare.

Passateci a trovare, siamo nell'area esterna tra il padiglione 7 e il 9 (ci sono frecce e totem con le indicazioni...non avete scuse!) :)

04/02/2011...A volte ritornano ;)

Ciao ragazzi!
Chiedo scusa a tutti voi che mi seguite se sono "sparita" ma tra lavoro e passioni da coltivare (notate il plurale...oltre alle 2 ruote quest'anno c'è una newssss!) ho trovato il modo di riprendere a correre...seppur a piedi o con lo scooter per andare qua e là!
Mi sono ridotta male eh? lo so, lo so... ;)

Stanno partendo belle idee per quest'anno, vi chiedo di pazientare ancora un pò (anche a chi mi ha scritto per e-mail, abbiate fede che vi risponderò!), con la promessa che quanto prima mi rifaccio viva!!!

Grazie a tutti...stay tuned! :)

23/12/2010Buone festeeeeeeeeeee!!

I miei migliori auguri di Buon Natale e buone feste a tutti voi, a risentirci nel 2011!!!

Chiara #75

02/11/2010Foto Isam Moto Master 23 ottobre.

Anche le foto dell'Isam Moto Master del 23 ottobre sono online!
Ci stiamo attrezzando per pubblicare alcuni video girati in giornata nella sezione apposita...stay tuned!

02/11/2010Foto Isam Moto Master 2 ottobre

Con un pò di ritardo, abbiamo finalmente pubblicato le foto dell'Isam Moto Master del 2 ottobre!
Ci stiamo attrezzando per pubblicare anche qualche video nella sezione apposita...work in progress!

08/10/2010Un Isam Moto Master fantasico!

Un saluto e un ringraziamento veloce a tutti i ragazzi che hanno preso parte all'Isam Moto Master di sabato scorso e a tutti gli amici che ci sono venuti a trovare!
Abbiamo passato una giornata bellissima (finalmente il sole!!!), densa di soddisfazioni grazie al vostro impegno!
Stiamo lavorando su foto e video, a breve pubblichiamo tutto qui!

Un grande saluto allora, a presto....e ricordatevi che il 23 ottobre c'è un altro corso!!!

28/09/2010Rimandato il corso al 2 ottobre

Per meteo avverso (ossia un tempo da schifo!), il corso del 25 settembre è stato rimandato a sabato 2 ottobre (sperando che questa volta sia più clemente!).

Programma immutato, anzi, faremo un rinfresco a fine corso...vi aspettiamo numerosi!!!

27/07/20102° Isam Moto Master sabato 25 settembre!

Cari ragazzi, a seguito del grande successo riscosso dalla prima edizione dell'Isam Moto Master, il corso di pilotaggio firmato Isam, si è deciso di replicare l’iniziativa per sabato 25 settembre!!!

Sempre 2 le formule proposte (corso di pilotaggio e corso per neofiti), con molte novità però: innanzitutto ci avvarremo delle riprese video in pista per meglio commentare postura e traiettorie degli allievi; poi ci sarà il fotografo che ci seguirà per l’intera giornata; la teoria sarà supportata da slide per renderne ancora più chiare le nozioni e poi altre sorpresine… :)

nformo inoltre i partecipanti della prima edizione che l’Isam si è resa disponibile a offrire un “bonus” del valore di circa 70€ (sono circa 3 ore di pista, da consumare entro il 31/12/2010) per l’ultimo turno non goduto causa pioggia!!! Grandissimi!!!

Riporto qui di seguito le informazioni per iscriversi….vi aspetto numerosi!!!!

"A seguito del grande successo riscosso dal 1° ISAM MOTO MASTER, l'ISAM SpA, in collaborazione con CHIARA VALENTINI, tecnico FMI e campionessa Europea Femminile 2006 (www.chiaravalentini.it) ha deciso di riproporre, Sabato 25 Settembre 2010, due tipologie di corso per motociclisti.

CORSO NEOFITI: realizzato all'interno del piazzale. Gli allievi apprenderanno i rudimenti necessari alla guida sicura della moto. Se ritenuti pronti al battesimno della pista dal loro istruttore potranno fare i primi turni in circuito. COSTO € 150,00

CORSO DI PILOTAGGIO: Divisi in gruppi di massimo 5 moto seguiti da un istruttore, in funzione del loro livello di guida, gli allievi alterneranno lezioni teoriche a turni in pista. La proposta prevede una giornata intera in circuito per un totale di 5 ore di teoria e ben 4 di pratica. In circuito verranno curate con particolare attenzione traiettorie e punti di frenata, uso del motore e del cambio. Completeranno l'istruzione della giornata cenni sulla preparazione fisica e su come gestire la fatica di una giornata di pista. COSTO € 350,00

Per partecipare (con moto propria per entrambe le tipologie di corso) bisogna necessariamente essere dotati di abbigliamento specifico per la pista.
Chi intende partecipare esclusivamente al corso neofiti potrà, a sua discrezione, dotarsi esclusivamente di casco, giacca tecnica con paraschiena e guanti da moto. (abbigliamento non consentito nel caso di entrata in pista).

Le attività devono essere prenotate telefonicamente chiamando la segreteria ai numeri 0775/768194 - 3498814747 oppure inviando una mail a info@isam-spa.it

21/07/2010Nuova sezione video!!!

Cari ragazzi, come promesso ho aperto una nuova area sul mio sito dedicata ai "Video".

Al momento sono pubblicati i 2 video amatoriali girati durante il primo Isam Moto Master, a breve integreremo la pagina con altro.
Buona visione!

PS...sempre un enorme grazie al mio sfruttatissimo webmasterino! :)

10/07/2010Le foto del 1° Isam Moto Master

Ciao ragazzi, abbiamo caricato le foto dell'Isam Moto Master del 26 giugno. Le trovate nellla news precedente (cliccate sul simbolo della macchina fotografica) oppure direttamente in Fotogallery.
A breve aprirò una nuova area dedicata ai video, dove metterò anche i 2 video amatoriali che abbiamo fatto. Buona visione!!!

PS...un grazie a Marco, il mio mitico webmasterino! :)

01/06/2010Corsi di pilotaggio moto - Isam Moto Master

A seguito delle numerose richieste l'ISAM SpA in collaborazione con CHIARA VALENTINI, tecnico FMI e campionessa Europea Femminile 2006 (www.chiaravalentini.it) ha deciso di realizzare Sabato 26 Giugno 2010 due tipologie di corso per motociclisti.

CORSO NEOFITI: realizzato all'interno del piazzale. Gli allievi apprenderanno i rudimenti necessari alla guida sicura della moto. Se ritenuti pronti al battesimno della pista dal loro istruttore potranno fare i primi turni in circuito. COSTO € 150,00

CORSO DI PILOTAGGIO: Divisi in gruppi di massimo 5 moto seguiti da un istruttore, in funzione del loro livello di guida, gli allievi alterneranno lezioni teoriche a turni in pista. La proposta prevede una giornata intera in circuito per un totale di 4 ore di teoria e ben 4 di pratica. In circuito verranno curate con particolare attenzione traiettorie e punti di frenata, uso del motore e del cambio.
Completeranno l'istruzione della giornata cenni sulla preparazione fisica e su come gestire la fatica di una giornata di pista.
COSTO € 350,00

Per partecipare (con moto propria per entrambe le tipologie di corso) bisogna necessariamente essere dotati di abbigliamento specifico per la pista.
Chi intende partecipare esclusivamente al corso neofiti potrà, a sua discrezione, dotarsi esclusivamente di casco, giacca tecnica con paraschiena e guanti da moto. (abbigliamento non consentito nel caso di entrata in pista).

Le attività devono essere prenotate telefonicamente chiamando la segreteria ai numeri 0775/768194 - 3498814747 oppure inviando una mail a: info@isam-spa.it

Conferma prenotazione:
Entro i termini dettati dalla Segreteria, il partecipante provvederà al pagamento del corso, che potrà essere effettuato tramite bonifico bancario (copia del bonifico dovrà esserci trasmessa tramite fax al numero 0775/769445 ).

Bonifico Bancario a favore dell' ISAM S.p.A.:
BNL ANAGNI -
IBAN: IT 77 A 01005 74290 000000000445

08/05/2010Una giornata particolare...il safety day

Cari amici vicini e lontani…
Oggi la prendo alla larga, ma ho voglia di raccontare un po’. In questo spazio che inizio a gestire quasi come un blog.
Che ne pensate dei corsi di guida sicura per ragazzi?

Io mi ci dedico da molto tempo, e devo dire che danno una grande soddisfazione. Sono diversi dai corsi di guida in pista, così come sono differenti dai corsi di guida su strada che sto facendo da un po’ di tempo. Si semina più sul vergine, e i ragazzi hanno voglia di ascoltare e crescere.
Tutto questo per raccontare che recentemente ho partecipato al Safety Day, un bell’esperimento messo su dall’ISAM di Anagni, in provincia di Frosinone.
Una giornata sperimentale di educazione stradale per 50 ragazzi di un istituto tecnico industriale di Cassino. Sperimentale, sì, perché abbiamo mischiato un po’ di cose differenti.
La prova pratica di guida del ciclomotore, certo, che gestivo io direttamente. Ma anche quella di guida della minicar. E poi la possibilità di provare a controllare la sbandata di una BW M5 (brividooo!!!) nel drifting. Una discussione-dibattito sulla sicurezza stradale e un incontro di psicologia condotto da una docente dell’Università La Sapienza di Roma e da una sua collega.
Alla fine i ragazzi erano soddisfattissimi e divertiti. Già, è stata proprio una bella giornata. Baciata anche dal bel tempo
E ora si potrebbe replicare con il nuovo anno scolastico, mettendo a punto e calibrando ulteriormente la formula
Nel frattempo sto meditando una nuova proposta...

Ma restiamo a questi corsi di guida sicura: voi che ne pensate?

29/04/2010Alive and kicking...

Cari amici che mi leggete qui sul sito,sapete che vi racconto? Che sono tornata in pista!
No, che avete capito, purtroppo non sono tornata per correre. No, niente gare. Però per me è stato un pugno nello stomaco. Una bomba silenziosa.

Mesi su mesi passati a lavorare su me stessa, a crearmi un’altra vita, altri interessi, a sforzarmi di dimenticare il grande amore finito. Ed eccomi qui, intutata, a sentire di nuovo l’odore dell’asfalto e della gomma. Senza più l’abitudine al contagiri verso la zona rossa, ma con tantissima emozione. E una paura. Quella di tornare a un anno e mezzo fa, al momento dell’abbandono, a sentire di nuovo una nostalgia insopportabile.
Tante strane sensazioni, un misto di gioia e di timore.
Sono tornata per alcuni corsi di guida, per insegnare i primi rudimenti alle ragazze esordienti che aspirano a diventare pilote, e per dare consigli utili a chi voleva migliorare la propria guida sportiva.
Ed è stata un’esperienza bellissima che volevo raccontarvi per condividerla con voi.

Per il resto, la Chiara di oggi si è creata anche altri interessi. La cucina prima di tutto. E poi un progetto di vita nuovo. Una casa immersa nel verde, alla quale sto lavorando già da un po’.
Le moto però sono lì, sono rimaste. In questo tempo ho continuato silenziosamente a collegarmi con il sito Perugia Timing ogni volta che c’erano gare in Italia dove una volta avrei partecipato. Ho continuato a leggere i risultati, a fremere per gli amici, a sentirli al telefono o via sms. Insomma, ho mantenuto un filo. Ma l’adrenalina manca. Come manca la vita da paddock, il cronometro, la competizione e le grigliate. Vi è mai capitato di volere ardentemente un qualcosa e cercare di non pensarci perché tanto “nun se po’ fa”? Ecco, così mi sento in questo periodo. Il cuore va da una parte, la testa dall’altra. Anzi, fanno proprio a cazzotti!
Chissà.
Adesso però si riparla di viaggi su due ruote, di corsi su strada e in pista.

Insomma, ci sono, alive e un po’ kicking...

02/04/2010....almeno per le feste...

...riesco a scrivere 2 righe!!!!!!
Buona pasqua a tutti, con la promessa ti tornare presto a scrivervi!

23/12/2009Buone feste e…

Tanti, tanti tantissimi auguri a tutti voi di Buon Natale e buon anno!

Ci sentiamo nel 2010...sperando di passare più tempo in sella e raccontarvi nuove avventure!!<

Auguri!!!

03/11/2009Trial: l'elogio della lentezza…

Me ne sono stata zitta per parecchio tempo. Che annata strana che è stata questa. Senza corse. La prima, dopo cinque stagioni in giro per le piste.

Io e Riccardo abbiamo viaggiato, lo sapete se mi seguite qui. Ma sotto sotto mi sto organizzando per trovare qualcosa da fare da grande.
Per ora ho messo il naso in altre specialità. Si, ho provato a fare una gara di Trial. Anzi, corso e gara, per dirla tutta. Con le amiche Motocicliste, ad Arezzo, per la regia del Moto Club Bulldog di Ponte alla Chiassa e l’ottima organizzazione in loco di Fabio Piccinini (FMI) e Sergio Parodi (promotor del Trofeo Beta).

È stata come una gita di classe. Che bello partire con le amiche, per una gara, ma senza la tensione della gara! In cinque in macchina, chiacchiere, avventure (abbiamo finito la benzina, per colpa di un indicatore del carburante difettoso), panini con porchetta e birra (rigorosamente analcolica!), il tutto concentrato in 180km di autostrada.

E poi questa scoperta del Trial. Dove la lentezza la fa da padrona. In questa specialità bisogna pensare, prendersi il tempo necessario per capire la zona da attraversare. Decidere la strategia; e poi si va. Ma anche “durante” c'è tempo per ragionare. Basta stare attenti a non mettere i piedi in terra!
Alla domenica la gara, con la bocca aperta a guardare cosa fanno i piloti veri. Ma della tensione agonistica questa volta c'è interessato poco, sono sincera. Siamo andate per divertirci e per imparare qualcosa di nuovo.
Un'ottima esperienza. Da ripetere e magari da approfondire, perché si sa, l’appetito vien mangiando…

Bellissima l'atmosfera della gara. Familiare e alla buona, come erano le gare di velocità di una volta. C'erano le famiglie intere, con i furgoni e le griglie, sembrava di stare al campeggio con gli amici.
E poi quelli del Moto Club, che al sabato sera hanno organizzato un grande tavolata all'aperto, con grigliata e pizza fatta sul momento. Una botta di vita.

Quanto al Trial, è molto affascinante, anche senza l’adrenalina che ti sa regalare solo la velocità; è difficile e impegnativo, più di quanto si possa pensare. A far tendere l’ago della bilancia in suo favore sono anche i costi, ridottissimi. Con 5000 euro si compra una moto, con 400 euro si prendono i due treni di gomme che servono ad affrontare una stagione. E l'iscrizione alle gare sono 35 euro. Preparazione della moto... pressoché zero! Avete idea dei costi della Velocità?
Mi sa che torneremo a parlarne…

31/07/2009Basilicata: il fascino della terra dei vecchi...

Sei giorni in una terra (fortunatamente) dimenticata dal resto del mondo.
Il nostro viaggio in terra Lucana ci ha regalato grandi emozioni e panorami mozzafiato. Potete leggere il report, il road-book e gustarvi le foto sul sito di motonline.com a questo indirizzo:
http://www.motonline.com/itinerari/articolo.cfm?codice=193810

Aspetto i vostri commenti!!!

23/07/2009Festa del motociclismo in rosa...

Uno spettacolo unico, oltre 100 ragazze al Meeting Motocicliste impegnate nei corsi di guida, tour e giochi, insieme alle pilote del Campionato Femminile al via per la seconda gara qui a Magione.
Emozionante vedere tante ragazze alla loro prima volta su un circuito, seguite dagli istruttori nell'affrontare questa bellissima esperienza, e dopo - ospiti speciali in pit lane durante la procedura di partenza della gara – ammirare da vicino ad occhi spalancati le loro colleghe pilote, a loro volta in fibrillazione subito prima del via, cercando magari di carpire i segreti della loro grinta.
Grinta che non è mancata davvero a nessuna, né alle 18 pilote schierate in gara, né alle 32 neofite iscritte al corso di guida sicura. E altre 60 motocicliste erano in tribuna, arrivate con le loro moto, da sole o in gruppo, per prendere parte a questa manifestazione unica che ha avvicinato tutte le componenti del motociclismo femminile: le atlete, le istruttrici, le motocicliste, le passeggere, le semplici appassionate dei motori!
Paola Cazzola ospite, Chiara Valentini e Raffaella Ghirarduzzi istruttori ai corsi, Alessia Polita sul podio, Erika Mugnai e tante come lei alla loro prima volta in pista, e molte altre ancora, donne eccezionali come Lidia che è venuta al raduno nonostante un recente infortunio alla gamba che la costringeva in carrozzella, o Federica, che ha saltato il corso in pista per aver scoperto da pochi giorni di aspettare un bambino, ma non e’ certo voluta mancare al meeting per poter festeggiare tutte insieme con un brindisi la splendida notizia. O Cristina che e’ tornata a Magione e in pista dopo un incidente che proprio qui l’anno scorso l’aveva costretta a una operazione e lunga terapia al braccio, per superare il trauma e ritornare in sella.
E ancora le tante mamme motocicliste venute al raduno con tutta la famiglia, oppure da sole ma con la foto del bimbo lasciato per un giorno alle cure dei nonni, perché essere madri significa anche coltivare le passioni e trasmettere questa forza. E poi Pier e tutte quelle motocicliste sempre pronte ad aiutare le altre, a soccorrerle in caso di incidente, o a dare consigli alle meno esperte. E un plauso anche ai mariti, fidanzati, padri e amici venuti ad una festa di motociclismo in cui per una volta non erano loro i protagonisti ma forti della certezza che, nella vita come in moto, è più bello giocare a scambiarsi posizione alla guida.
E infine Cecilia, Tiziana, Roberta, Chiara e Raffaella, che hanno sacrificato il piacere di gustarsi un week end di moto e divertimento per lavorare all’organizzazione così che tutto funzionasse al meglio.
Una grande festa per tutte, per imparare, divertirsi e stare insieme, accomunate dalla passione per la moto e dalla voglia di migliorarsi, superare i propri timori, incertezze, paure e prendere più fiducia in noi stesse. 
La fotogallery dell'evento:
 http://www.motocicliste.net/raduno2009/gallery.asp

13/07/20099° Meeting Motocicliste - Magione 18/19 luglio

Questo weekend sarò a Magione in occasione del Meeting Motocicliste giunto alla sua 9° edizione.
Un finesettimana dedicato alle motocicliste più esperte così come alle new entries o semplici appassionate. In programma corsi di guida in pista, workshop e giochi. E tante le gare da vedere in occasione della Coppa FMI, tra cui proprio il Campionato femminile.
Per ulteriori informazioni:
http://www.motocicliste.net/raduno2009/default.asp

Ci vediamo a Magione!

01/06/2009Viaggio in Corsica…

Oltre alle foto della Corsica pubblicate nel box “On the world”, potete leggere l’articolo del nostro viaggio sull’isola francese “Corsica: tutto in poco spazio” sul sito di motonline.com, arricchito di ulteriori foto, itinerari, roadbook e indicazioni di dove mangiare e dormire. Lo potete trovare qui:

http://www.motonline.com/itinerari/articolo.cfm?codice=189818


Buona vacanza!

23/05/2009Parte "Avventure in viaggio"...

Parte dalla prossima settimana il mio nuovo progetto dedicato al turismo “Avventure in viaggio”.
L’idea è quella di fare alcuni viaggi in moto, insieme al mio compagno Riccardo Matesic, per il gusto di scoprire nuovi itinerari e culture locali.
Per questo i nostri percorsi saranno coperti da alcuni articoli su Motonline.com: più che itinerari sarà un qualcosa che potrebbe essere chiamato "Avventure in viaggio".
In questa direzione andrà dunque un articolo che quotidianamente predisporremo, accompagnandolo con 1-2 foto. Un qualcosa che richiami molto l'esperienza della giornata, che potrà essere a tratti scherzosa, frivola; altre volte sarà una riflessione seria su un qualcosa che ci ha colpito.
Una sorta di Blog dunque, con la possibilità per i lettori di commentare l’articolo e di confrontarsi direttamente con noi.
Spazio al progetto verrà dato anche sul mio sito ovviamente, dove ogni fine viaggio pubblicheremo un piccolo report con i consigli utili per chi vuole ripercorrere le nostre tracce, e tante, tante foto!

Prossima partenza domenica 24 maggio, destinazione Corsica. Rimanete collegati!

21/05/2009La Sardegna dei sardi...

E' uscito sul sito di Motonline.com l'articolo sul nostro viaggio in Sardegna con foto, itinerari e tante indicazioni utili per chi volesse intraprendere un viagigo in quesa splendida terra.
Lo potete trovare qui:

http://www.motonline.com/itinerari/articolo.cfm?codice=185411

14/05/2009Io e il "cinghialotto" in terra sarda...

Poco prima delle 6.00 l’altoparlante della cabina letto ha iniziato a gracchiare: “i signori passeggeri sono pregati di scendere nella stiva-garage per prepararsi a sbarcare!”. Venerdì 1° maggio, siamo nel porto di Olbia. Con gli occhi appiccicosi ci incontriamo con gli altri amici per le scale.
Terzo Multiraduno dei Nuraghi, per gli amici Multistradisti. Anche però la mia prima volta a un motoraduno, con un gruppo piuttosto nutrito di 35 moto.
L’aria è pulitissima, ancora un po’ fresca, il mare è trasparente e fermo come l’olio. Pronti via!
Oddio, si fa per dire… Rispetto al pronti via delle gare, qui siamo andati sul filo dei 70 per tutti e tre i giorni, rigorosamente in fila indiana. E soprattutto, il primo pronti via è stato per un tragitto di un solo chilometro, perché abbiamo fatto subito sosta al bar per la colazione… decisamente rilassante il mototurismo!

Ci ho messo un po’ a capire che ero in vacanza. Il tempo di allontanarci da Olbia, di iniziare a vedere i boschi e i primi contadini e pastori.
Una vecchietta sdentata, tutta vestita di nero, saluta la colonna di moto al nostro passaggio. Mastic le suona il clacson e la risaluta ridendo. E così fanno anche gli altri. Questa immagine mi rimane particolarmente in testa, anche se in tutti i paesi che incontriamo riceviamo la stessa accoglienza.
Ospitalità, simpatia, rilassatezza. Carattere. Che terra questa Sardegna!
L’ho vissuta quasi sempre da passeggera, perché Mastic pesa 100 Kg (anche un po’ di più ora che non corre in moto, ma non mi ha autorizzato a scrivere la cifra esatta!), e portare dietro quel "cinghialotto" vi assicuro è una gran fatica...Così lui guida e io faccio le foto.
Bello il raduno, bella la compagnia, le gite, le serate, gli scherzi a non finire.
Marciare sempre a 60-70 Km/h è un po’ noioso, ma ammetto che è stata un'ottima opportunità per ammirare le bellezze di questa terra.
A rendere ancora più incantevole il viaggio sono stati i nostri “apripista”, amici sardi – multistradisti anche loro, obviously! - che hanno preparato il percorso per i tre giorni di raduno: un percorso tutto curve, in totale assenza di macchine e rettilinei…un vero parco giochi per motociclisti!
E allora, su 880 Km di strade che abbiamo fatto, andando a rivedere la carta ho scoperto che quasi tutti erano segnalati come paesaggisticamente belli.

Questa però era solo la prova generale. Perché quest’anno con Ricky di viaggi ne faremo più d’uno. Da soli, un po’ come abbiamo fatto lo scorso anno in Croazia. Parecchi chilometri in caccia di paesaggi, di culture, di emozioni e di atmosfere.

Della Sardegna uscirà a breve un pezzo di Ricky, che vi segnalerò. Oltre alle sue impressioni di viaggio ci sarà anche il roadbook con i percorsi fatti…prendete appunti!
Nel frattempo i preparativi fervono, perché fra dieci giorni sbarchiamo in Corsica...!
Ciao!

30/04/2009Comincia la mia “stagione turistica”...

Dopo 5 anni di gare e tante emozioni vissute tra i cordoli, come vi avevo anticipato, quest’anno lo dedicherò ai viaggi e tutti i progetti incompiuti.
Come ha detto un mio amico, “un ritorno alle origini”.
Eh sì, perché le corse di questi anni hanno assorbito tutto il mio tempo libero (e il mio portafogli!) non concedendomi l’opportunità di fare altro. Avrei respirato volentieri l’aria dei box anche per il 2009, ma non sono riuscita a trovare le condizioni minime per affrontare una buona stagione.
Così ho rispolverato il mio Multistrada, che in questi anni ha dormito silenziosamente nel box, con l’intento di recuperare quella spensieratezza e quella gioia di vedere posti nuovi, culture diverse e panorami mozzafiato in giro per il mondo.
E finalmente è arrivato il mio primo weekend in moto: destinazione Sardegna, per il raduno del Multistradisti. Ho messo a nuovo tutta l’attrezzatura e questa sera ci imbarchiamo.
E’ solo un weekend, ma è un ottimo collaudo per le tante idee che vorremmo realizzare io e Riccardo in occasione dei nostri viaggi: vi posso solo dire che ci saranno alcune novità, dovrete aspettare ancora un mesetto...
Buon 1° maggio a tutti!

23/04/2009Ciao Comix, buon viaggio

"Si dice che ogni volta che saliamo in sella ai nostri destrieri, insieme a noi salgano pure angeli e diavoli...E' vero... Rappresentano quel dualismo che rende questo modo di vivere così denso di emozioni ,che a volte il cuore pare voler saltar via dal petto e mettersi a correre...ad urlare...

Diavoli che girano quel polso in maniera a volte così irrazionale e violenta, che lo schizzo di adrenalina ti arriva dritto al cervello senza passare dal via, lasciandoti i tremori per lunghissimi interminabili minuti... Che ti spingono a piegare quel tanto che basta da far diventare bianche le mani e diventare tutt'uno con la nostra passione...La nostra vita... Tanto da pensare di averlo sfiorato ,quel limite, di aver scosso quel mantello con il nostro passaggio radente...

E angeli che portano il volto e la voce di chi non è più con noi...dei nostri affetti...delle nostre paure ed esperienze costruite sulle nostre ossa rotte... Angeli che ti accarezzano quel polso che torna a colorarsi e lascia andare la manetta quel tanto che basta per godere, senza infastidire quel mantello che fino ad un secondo fa avremmo strappato urlando per lo spostamento d'aria ,per vedere se è veramente così bella e sinuosa questa mitologica creatura, perennemente celata dall'ombra della paura...

Poi ci trovate i Week End in qualche strada di campagna sperduta tra i monti...Seduti su un muretto, con la sigaretta che si consuma lenta all'angolo delle labbra...Con lo sguardo perso all'orizzonte e una mano che inconsciamente segue le sinuose linee del serbatoio o dell'affilato cupolino...Colorati come farfalle... Bardati come antichi cavalieri...Da soli, o in sfavillanti sfilate di scintille e di riflessi, con il saluto sempre pronto, anche se chi incroci non lo hai mai visto e mai più lo rivedrai......

Ma in moto si muore...è vero...
Càpita
Ma quanta Vita è capace di regalarci questa passione? Questi ragazzi meravigliosi, da abbracciare e baciare come figli propri, immersi in quelle tute di pelle, con i loro tatuaggi, con i loro caschi dai colori sgargianti, tutti veri duri!

Gente che su strada non abbassa mai lo sguardo... Ma provate ad alzare loro quelle visiere scure da marziani ,e troverete occhi splendidi, puliti, gonfi di quelle lacrime vere in cui puoi annegare, ed arrivare fino in fondo alla loro anima per vedere com'è candida. Occhi che solo la gioventù più sana può avere...Provate poi a togliergli quelle tute, e troverete al loro interno dei bambinoni innamorati della vita, delle scorribande, dei weekend a bistecche e salsicce, ma ancora tanto bisognosi di un padre o di una madre che li prenda per mano quando la sorte inizia a giocare così duro...

Parlate con ognuno di noi... Chiedetegli cosa sarebbe di lui se un giorno dovesse rinunciare a questa passione...E preparatevi a sentire l'urlo del silenzio...E a vedere quello sguardo di bimbo diventare lo sguardo di un marinaio costretto a vivere a terra con il mare in vista...Di un pilota che guarda il cielo ancorato a terra...

Già...In moto si muore...
Ma ora credete di poterci capire? Io non credo...non ancora... Chiedete allora di portarvi ad un raduno, ad una scampagnata...Bagnatevi di pioggia scrosciante che vi penetra fino alla biancheria intima...che vi entra nelle ossa...Lasciate che il freddo vi punga fino a farvi lacrimare...Lasciate che il sole tenti di liquefarvi mentre indossate l'immancabile giacca tecnica...
O semplicemente provate a chiedergli di fermarsi ,così, senza nessun motivo apparente per strada accostandovi al ciglio per stupirvi di quanti (automobilisti) non vi degneranno di uno sguardo e quanti (motociclisti) si fermeranno per offrirvi aiuto, compagnia, un semplice passaggio al più vicino distributore, anche se esso si trova a svariati km, o un posto nel proprio box per la moto e un pasto caldo per voi, mentre aspettate i soccorsi...

Fatelo e allora, solo allora arriverete a sfiorare l'essenza di essere Motociclista...
In moto si muore, è vero.
Ma non esiste modo migliore per vivere il tempo che ci è concesso...
E se ancora non lo avete capito...beh, lasciate perdere, non lo capirete mai. Ma se un domani, mentre andrete al mare con la vostra famiglia automobilisticamente corretta, dovesse sopraggiungere uno di Noi, e vedeste vostro figlio girarsi di scatto a salutare, sbracciando come un pazzo, rinunciate a capire anche lui...
Lui, che nella sua incoscienza vede in Noi quella scintilla che voi non siete stati capaci di scorgere...e se vedrete il Motociclista ricambiare il saluto...
Bè...non c'è nulla di strano, sapete? Tra Angeli in terra ci si saluta sempre...
Ma questo, chi ha perso le ali, non lo ricorda...
Motociclisti...strana, meravigliosa gente..."

22/04/2009Test a Valencia Metzeler Interact

Sul numero di maggio di Due Ruote - già in edicola - è pubblicato il mio test sulle nuove Metzeler Racetec Interact. Un caldo sole, le migliori racer del momento e tanta paella hanno fatto da cornice allo splendido circuito di Valencia.
A breve vi racconterò il "dietro le quinte" di una giornata di test...rimanete collegati!

16/02/2009Comparativa su "Due Ruote"...

Sulla rivista “Due Ruote” di marzo troverete la comparativa tra Honda CBR600RR ABS, Kawasaki ZX-6R e Triumph Daytona 675 ’09, a cura di Andrea Padovani, Walter Tortoroglio e…Chiara Valentini!

Vi aspetto in edicola!

10/02/2009Un 2009 diverso...

Con ogni probabilità quest’anno non correrò. O meglio, farò qualche uscita come wild card, ma non parteciperò a un intero campionato.
Il mio obiettivo per il 2009 era di partecipare al Mondiale Endurance. E avevo quasi trovato una sistemazione. Ma lo sponsor… s’è dato alla fuga, come accade spesso in questo periodo.
E allora me ne sto tranquilla, e colgo l’occasione per portare avanti qualche altro progettino. Di quelli che normalmente sono fermi perché non c’è tempo.
Magari qualche viaggio. In moto ovviamente. Come quello fatto lo scorso anno in Croazia con Mastic. Quest’anno ce ne andremo da altre parti, forse per più di un viaggio. Con l’obiettivo di raccontare itinerari nuovi e di conoscere altri motociclisti, di altri paesi.
E poi sono in cantiere altre idee che stiamo faticosamente mettendo su. Perché si può sempre unire l’utile al dilettevole.
Restate connessi, ve ne parlerò nel giro di poco tempo!

24/12/2008Tanti auguri di buone feste!!!

A tutti voi, amici, appassionati, motociclisti, sostenitori, il mio più grande augurio di un sereno Natale e uno scintillante 2009!!!
Buone feste!

Chiara #75

12/12/2008Aggiornamento fotogallery...

Abbiamo messo online le foto della gara di Endurance. Per vederle vai in "Fotogallery".
Buona visione!

01/12/2008L'Endurance mi ha conquistato....

E’ stata nel 2005, sul circuito di Vallelunga la mia prima esperienza di Endurance. Sono passati tre anni per poter rivivere le emozioni che solo una gara di durata può regalare. E finalmente, il 30 novembre scorso, sempre sul circuito romano, mi sono schierata in sella a un Ducati 1098 per la “150 miglia”, organizzata in occasione del Trofeo di Natale. Con una novità. Stavolta, la partenza tipo “Le Mans”, l’ho fatta io!

E’ stato un weekend molto faticoso: pioggia e freddo ci hanno accompagnato per tutti e 3 i giorni, e come se non bastasse, la nostra moto ha fatto i capricci. Ma in gara ha funzionato tutto, e le difficoltà hanno lasciato posto a grandi emozioni.
Dal venerdì delle libere iniziano i problemi: io e Riccardo Matesic, mio compagno di squadra per l’occasione, abbiamo totalizzato un magro bottino. Dovevamo dedicare la giornata a prendere confidenza con la 1098, ma siamo riusciti a fare solo due giri a testa, a causa di un problema elettronico, fortunatamente risolto in serata.
Così abbiamo affrontato le qualifiche del sabato senza mai aver guidato prima la moto. E le condizioni meteo certamente non ci hanno aiutato: il primo turno lo abbiamo fatto con le rain; nel secondo l’asfalto è ancora umido ma azzardiamo con le slick. La moto ci piace – tanto -, ma i repentini cambiamenti climatici non ci permettono di trovare un giusto feeling e buone regolazioni. I tempi sono ancora piuttosto alti, e otteniamo solo il 18° posto in griglia di partenza.
Pazienza, sappiamo bene entrambi che in queste condizioni non potevamo ottenere di più.
Dopo una giornata di pioggia e freddo, sabato sera un clima festante e caloroso avvolge il nostro box: tra moto smontate e pezzi di ricambio, organizziamo una bella festa a sorpresa per Giuliana Teverino, la nostra amica pilota, tornata in forma dopo il bruttissimo incidente di agosto al Mugello. Sorrisi e lacrime di emozione nel rivederla finalmente a “casa”!
La domenica mattina il meteo ci ricorda che è pur sempre un trofeo di Natale, e una forte grandinata costringe ai lavori forzati gli uomini di Vallelunga per pulire la pista.
Montiamo le rain, poi un breafing con gli altri equipaggi del team per organizzare gli stop ai box, e siamo pronti. Non prima però di cambiare nuovamente le gomme e rimontare le slick: la pista è umida ma le traiettorie si stanno asciugando. Abbiamo una sola moto senza sganci rapidi e non possiamo permetterci di perdere tempo per cambiarle in gara.
Finalmente arriva il momento tanto atteso: la partenza. Da anni sognavo di poter fare una partenza tipo “Le Mans”, con il pilota che corre verso la moto. Emozionata e divertita al tempo stesso, come la bandiera ci dà il via, scatto verso la moto e riesco a partire bene. E sorrido dentro al casco. Mi è piaciuta, si può rifare?
Dopo poche curve inizio a prendere ritmo e confidenza con la moto, dai box mi segnalano la 14ª posizione. Quindici giri e rientro per il rifornimento e il cambio pilota. Tocca a Riccardo, che già dai primi passaggi gira su tempi interessanti e riesce a scalare la classifica sino alla 12ª posizione. Fantastico!
Rientra al 29° giro con il serbatoio vuoto, e quando riparto con il pit stop abbiamo già perso due posizioni; i miei tempi scendono sull’1.54, la moto non è come la vorrei ma non importa, devo rimanere concentrata. La gara è lunga.
Faccio qualche sorpasso e inizio a essere doppiata dai primi equipaggi. Al 42° giro mi aspettano al box per l’ultimo cambio, e Riccardo rientra in pista riuscendo a preservare la 14° posizione assoluta fin sotto la bandiera a scacchi, siamo 5° nella nostra categoria, 1000cc/1 moto. Ce l’abbiamo fatta!
Alla fine ha funzionato tutto: i piloti, i meccanici, gli amici che hanno dato le tabelle dai box e quelli che hanno preso i tempi.

Questo è il fascino dell’Endurance, trasformare il motociclismo in uno sport di squadra, dove tutti entrano attivamente nella gara.
Un grazie per questa bellissima esperienza a Luciano Moto 2, che ci ha fornito moto e assistenza. E poi agli amici “Multistradisti”, fondamentali per le segnalazioni dal box. Più tutti gli amici che ci sono venuti a trovare.
Ora un po’ di riposo, prima di decidere i progetti del prossimo anno. Certo è che l’esperienza dell’Endurance mi ha ulteriormente conquistata, e mi piacerebbe tanto per il prossimo anno proseguire su questo genere di gare.
Chissà…

17/11/2008Gara di Endurance a Vallelunga...

In occasione del Trofeo di Natale, in calendario il prossimo 30 novembre sul circuito romano di Vallelunga, si terrà una gara di Endurance (150 miglia) aperta alle classi 600 e 1000cc.

Sarà questo l’ultimo appuntamento sportivo del 2008 per Chiara, che per l’occasione vestirà i colori del Team Luciano Moto 2 di Roma, in sella a una Ducati 1098.
Dopo un’intera stagione che li ha visti rivali nello stesso team, Chiara prenderà il via in coppia con il suo compagno, Riccardo Matesic.

“Sono molto contenta di chiudere la stagione con questa gara. La moto sarà pronta solo nei prossimi giorni, speriamo di trovare velocemente un giusto setting di compromesso tra me e Riccardo…anche se sarà un’impresa! Certamente non ci giocheremo il podio, ma speriamo ugualmente di fare una bella figura.
E’ tutto l’anno che mi confronto con tempi e classifiche, questa sarà una bella occasione per dare più spazio al divertimento e ai nostri amici che verranno a darci un supporto morale e tecnico. Ma soprattutto mi esalta l’idea di poter fare una partenza stile Le Mans, tipico delle endurance. Toccherà cucinare qualche manicaretto in più per convincere Riccardo a stare dietro il muretto!
Un enorme grazie a Luciano Moto 2 per questo regalo di fine stagione, ci vediamo domenica 30 novembre!”

31/10/2008Aggiornamento fotogallery...

 Abbiamo messo online le foto di Franciacorta e quelle mancanti di Varano...buona visione a tutti e un grazie a Paolo Condemi per i bellissimi scatti!

15/10/2008La gara più corta di tutta la mia carriera...

Non è durata neanche un giro la mia gara sul circuito bresciano di Franciacorta, in occasione dell’ultima tappa del Ducati Desmo Challenge il 12 ottobre.
Un errore di valutazione di un pilota in piena bagarre dopo lo start, una perdita di controllo della sua moto e io mi ritrovo catapultata a terra con un forte dolore al piede destro. E costretta a guardare la gara dal centro medico.
Un vero peccato, per l’intero weekend con il team avevamo fatto un gran bel lavoro.

Ci siamo presentati sabato mattina per le libere, con una gran voglia di far bene per l’ultima tappa del Trofeo. E tutto stava andando per il verso giusto. Io prendevo sempre più confidenza con il tracciato sul quale non avevo mai corso, e i ragazzi del team riuscivano a settarmi la moto in modo ottimale per questo circuito, molto tortuoso e guidato.
Nel primo turno di qualifiche del sabato pomeriggio faccio registrare un ottimo 1.18.3 che mi vale la 10a posizione in griglia. Nel secondo turno di qualifiche della domenica mattina non riesco però a migliorare, e perdo 2 posizioni, ma confermo la leadership nella categoria femminile. Si parte dalla terza fila.
Franco Lenci si era premurato di cambiarmi la frizione per questa che sarebbe stata l’ultima partenza dell’anno, io dovevo solo partire bene! E così è stato: per la prima volta in questa stagione, appena si è spento il semaforo rosso mi sono ritrovata nel gruppetto dei primi… apro i gomiti e cerco di non avvicinarmi troppo alle altre moto in bagarre. In un circuito così stretto un contatto sarebbe stato fatale. Così ho preferito perdere un paio di posizioni con il pensiero che avrei avuto 15 giri per recuperare, forte del mio buon passo.
Ma evidentemente non tutti avevamo la stessa tattica, e quando mi accingo ad affrontare l’ultima curva prima di chiudere il primo giro, vengo investita da un altro pilota che sbaglia completamente il punto di staccata e perde il controllo della sua moto, venendo ad impattare sulla mia fiancata destra. Rimango nella via di fuga sdraiata con un forte dolore al piede destro, e intanto vedo sfilare al loro secondo giro gli altri piloti. Ci hanno messo un bel po’ prima di dare bandiera rossa.
Secche le parole del medico a cui avevo chiesto se potevo ripartire con un antidolorifico “per lei la gara finisce qui…”
E’ brutta la sensazione di impotenza che si avverte quando succedono queste cose, ma purtroppo anche questo fa parte delle gare. Pazienza.

Un grazie di cuore a tutto il team Lenci, a Franco, Marco e Flavio, persone umanamente eccezionali, professionalmente indiscutibili. Al “Mastic”, mio compagno di squadra e nella vita con il quale ho condiviso gioie e dolori di questa stagione.
Un grazie a tutti i miei sponsor personali che mi hanno permesso di affrontare al meglio questa nuova sfida, Alex Design, Ber Racing, Emmegi, Futurbike, MWA, Notartel, Contedrago Racing Team.
E un grazie particolare ai ragazzi di MotoTv, il loro apporto è stato fondamentale per realizzare la trasmissione “Affari di Famiglia”.
Ufficialmente è stata l’ultima gara del 2008, ma prima di Natale è probabile che mi rivedrete tra i cordoli.
Con più fortuna spero!

17/09/2008News su "Affari di Famiglia".

Per leggerle vai direttamente alla pagina dedicata. Ciao!

11/09/2008La notizia più bella dell’anno...

Questa sicuramente è la notizia più bella dell'anno.
Giuliana, la nostra amica pilota, caduta rovinosamente al Mugello il 24 agosto durante una sessione di prove libere, si sta riprendendo!
Già da una settimana si è “svegliata” dal coma in cui riversava, e oggi è riuscita anche a dire qualche parola.
Merita una citazione la prima parola proferita, mentre guardava una sua foto in moto: “PIERFRANCESCO”….Chili ovviamente, il suo grande idolo.

Brava Giuliana, sei sempre stata combattiva, continua così!

26/08/2008Mugello: ancora una buona gara.

Rientro agrodolce dal Mugello, dove domenica 24 agosto ho corso la quarta prova del Ducati Desmo Challenge.
Sono soddisfatta della mia gara e della mia posizione finale: 14a assoluta e 2a delle donne, con un arrivo al photofinish. Così ora, nella classifica femminile sono al comando.
Il week end ha però registrato la nota molto triste dell’incidente occorso all’amica Giuliana Teverino, che ora versa in coma farmacologico all’ospedale Careggi di Firenze. Giuliana è caduta al venerdì, durante le prove libere, da sola e inspiegabilmente; forse un malore. Purtroppo nella caduta ha subito un forte trauma cranico, con la formazione di un piccolo ematoma che i medici sperano possa riassorbirsi autonomamente, senza necessità di intervenire chirurgicamente. Forza Giuliana!

Tornando alla mia gara, il Mugello era sicuramente la trasferta più difficile dell’anno, perché conoscevo poco la pista, di per sé molto tecnica e difficile. Ho fatto tre giorni di prove sempre con tempi alti, concentrandomi sulla memorizzazione del tracciato e sulla messa a punto della moto. Il risultato finale è un 17° tempo al via con 2’11” e un ottimo 2’08” in gara.
E la corsa è stata molto divertente, sempre in gruppo e combattuta, lungo i saliscendi della pista toscana. Tra l’altro, nel gruppo questa volta c’è stato anche “Mastic”, il mio compagno, che dopo l’incidente di Vallelunga, al Mugello ha dimostrato di aver ben capito la moto. Ha corso la gara immediatamente alle mie spalle, anche su una pista che lo sfavoriva molto. Chissà che a Franciacorta, il 12 ottobre, non arrivi l’atteso duello in famiglia?
Infine una nota di merito per i commissari e il personale dell’Autodromo del Mugello: tutti veramente simpatici, gentili ed efficienti.

24/07/2008Alla scoperta della Croazia!


Una vacanza in moto. Ma sì, c’era il dubbio se fare la gara del Mugello il 6 luglio scorso o andarcene in viaggio in moto. Io e Riccardo abbiamo scelto il viaggio. Volevamo staccare la spina per un po’. Rilassarci.
Così abbiamo fatto una settimana in Croazia. Con un patto: lui che conosce bene quelle strade, doveva riuscire a stupirmi ogni giorno con paesaggi mozzafiato.
Non è stata una vacanza come la si intende normalmente. In una settimana abbiamo fatto 2400 Km in moto. Perché il “ragazzotto”, per tenere fede alla scommessa, di strada me ne ha fatta fare. Alla fine abbiamo percorso tutta la costa, da nord a sud, con in più un paio di puntate all’interno, una anche in Bosnia-Erzegovina, per vedere la città musulmana di Mostar. Ma ne è valsa la pena!
Mi sono riempita gli occhi di paesaggi. Di incontri con persone simpatiche. Di sole e di un modo diverso di vivere la moto.
Da Rijeka ai laghi di Plitvice, e poi Zadar, le cascate di Krka, Primošten, Mostar e Dubrovnik. In mezzo tantissimi scenari incantevoli, che ho cercato di portare a casa, scattando 600 foto.
Un resoconto del viaggio è pubblicato sul sito Motonline.com  (http://www.motonline.com/itinerari/articolo.cfm?codice=145955).
Fatemi avere i vostri commenti!

 

23/07/2008Scuola di agonismo femminile...

Domenica 20 luglio, in occasione della Coppa Umbra, si è tenuto a Magione il secondo appuntamento della Scuola di agonismo femminile, una grande occasione per le partecipanti che hanno potuto affinare il proprio livello di guida in pista.
Full immersion nel mondo delle corse non solo per le ragazze ma anche per gli istruttori (Chiara Valentini, campionessa europea e tecnico FMI; Enrico Zampognini, istruttore FMI, i piloti Claudio Campi e Paolo Fraracci), che hanno intervallato durante la giornata sessioni teoriche in aula, a sessioni pratiche tra i cordoli a mostrare i segreti del circuito e della guida in pista.
Il grande impegno, la grinta e voglia di imparare da parte delle ragazze ha permesso loro di ottenere notevoli progressi a fine giornata.
Bilancio più che positivo quindi per questo primo evento della scuola femminile, che fa ben sperare per future iniziative.

22/07/2008News su "Affari di Famiglia"

Per leggerle vai direttamente alla pagina dedicata. Ciao!

04/06/2008Finalmente un buon weekend di gare.

Una partenza discreta, un buon 7° posto finale. Prima fra le donne.

Il terzo appuntamento del Desmo Challenge a Vallelunga è stato un bel weekend di sole, durante il quale abbiamo ben lavorato sulla moto. Già negli ultimi test avevamo capito il perché delle mie precedenti brutte partenze e a Vallelunga ci siamo presentati fiduciosi.
Nelle prove libere ho girato di passo in 1’50” basso, mentre nelle qualifiche, complice il gran caldo, ho fatto segnare il 9° tempo, con un discreto 1’50”6, che mi ha permesso di partire come primo pilota della terza fila.
Al via sono scattata insieme al gruppo, dunque non benissimo, ma meglio del passato, e ho corso una gara in rimonta, arrivando al settimo posto finale.
Mi sono divertita, anche se ho guidato con un occhio al risultato: dopo la sfortuna delle prime due gare era importante per me e per il team arrivare bene. Ma il ghiaccio è rotto, incomincio ad avere un buon feeling con la moto e mi sono avvicinata ai piloti di punta. Tra l’altro nel primo settore dell’autodromo, quello più veloce, ho fatto segnare il terzo miglior intertempo; dunque sul veloce riesco ad essere ancora più competitiva. E questo non può che farmi guardare con fiducia alla prossima tappa del Mugello.
Ringrazio tutti i ragazzi del team per il gran lavoro fatto in questi giorni, e tutti gli amici che sono venuti a sostenerci nella gara di casa.
Unica nota dolente del weekend è stata la scivolata riportata in gara dal mio compagno di squadra e di vita, Riccardo Matesic, mentre mi tallonava (lui dice che stava per superarmi…). Spero si rimetta presto, sarà divertente ed eccitante ritrovarlo tra i cordoli nella prossima gara!

13/05/2008Quando la sfiga ci vede troppo bene.

C’è una variabile imprevedibile che spaventa ogni pilota: la sfortuna.

Quella a Varano dè Melegari (PR) è stata una trasferta veramente sfigatissima, che mi ha visto partire con il 12° tempo (abbastanza soddisfacente) e chiudere delusissima al 18° posto.
In mezzo c’è stato un motore esploso senza apparente motivo nelle prove libere e l’interruttore di sicurezza collegato al braccialetto che alla terza curva si è sfilato spegnendomi il motore!
Già, nonostante la rottura nelle libere – Franco Lenci ha fatto un miracolo per rimettere in sesto la moto - e la solita brutta partenza (imparerò a partire!), alla seconda curva avevo già lasciato dietro quasi metà gruppo. Invece poco dopo, alla Esse di fronte al traguardo, il mio motore s’è spento all’improvviso, e solo quando ero ferma sul prato ho capito che si era staccato l’interruttore.
Per fortuna nessuno mi ha tamponata. Sono ripartita, ho rimontato e ho chiuso 18ª, girando sull’1’15” di passo, tranne quando mi hanno dato le bandiere blu. Già, i doppiaggi: mi hanno dato bandiera anche a sproposito, con il risultato che sono stata ripassata da due avversari.
Pazienza, archiviamo questa trasferta disastrosa e guardiamo avanti, a Vallelunga.
Sono cocciuta, l’ho detto più volte. E infatti sabato 17 – in barba alla scaramanzia - vado anche a provare!

14/04/2008Debutto in salita per Chiara Valentini

Una pessima partenza ha rovinato il debutto nel Ducati Desmo Challenge di Chiara Valentini, che ha comunque recuperato in gara chiudendo 15esima dopo essere partita ultima.

Magione 13-4-08. La prima gara del Desmo Challenge si è chiusa per Chiara con un 15° posto. Un risultato deludente dopo che ha scelto di abbandonare il femminile per correre con un prototipo bicilindrico, la Lenci LR F042, nella classe Protwins.
“Mi manca ancora la confidenza con la moto, e come già a Vallelunga lo scorso anno, ho sbagliato completamente la partenza (ero 14a al via), impennando e trovandomi ultima all’imbocco della prima curva. Da lì ho iniziato a rimontare forte, accumulando anche un secondo “piccolo incidente”. Dopo aver risistemato la visiera in rettilineo, infatti, ho urtato sul pulsante di massa, spegnendo il motore! Ho pagato con un tempo sul giro più alto di 3 secondi rispetto alla media e la possibilità di recuperare altre posizioni. Alla fine porto a casa un misero punticino, dopo un weekend sfigatissimo, che ha visto la pioggia alternarsi continuamente alle schiarite, costringendoci a cambiare gomme a ripetizione e a interrompere tutti i turni di prova.
Come in ogni prima gara dell’anno, poi, siamo arrivati all’ultimo momento. Ho provato pochissimo durante l’inverno, e ho ancora bisogno di acquisire feeling con la LR, così diversa dalle moto che ho guidato fino a oggi.
In compenso è stato un bel fine settimana dal punto di vista delle emozioni. Era il debutto nel nuovo team, dove corre anche il mio compagno, Riccardo, ed è stato bello rivivere l’atmosfera del paddock insieme, anche con gli altri amici giornalisti-piloti.
Ora vediamo di crescere. E in fretta!”
Prossimo appuntamento a Varano l’11 maggio

11/04/2008"Affari di famiglia": un gioco ma non solo

Ci vediamo su MotoTV dal mese di maggio con un nuovo Format, di cui sarò coautrice e coprotagonista.

Un gioco, ma anche una trasmissione seria dedicata al motociclismo agonistico.

Si chiama “Affari di famiglia” il nuovo format televisivo che abbiamo proposto quest’anno a MotoTV, e che ci vedrà in onda dal prossimo mese di maggio. Abbiamo. Perché siamo in due. Io e Riccardo.
Sì, avete ragione, una cosa per volta, perché è la prima volta che faccio un’incursione nella mia vita privata, e devo iniziare dal principio, anche se nell’ambiente è nota la storia che lega me e Riccardo Matesic (avete mai sentito parlare di un giornalista che lavora a Dueruote e che corre nel Desmo Challenge?).
Nel 2008 io e Riccardo correremo insieme nel team di Franco Lenci. Ormai sapete che io sarò in sella alla F042. Il mio lui invece correrà con una Supertwins costruita dallo stesso Lenci qualche anno fa. Telaio 916, motore 940cc.
Insieme correremo la Protwins nel Desmo Challenge, uno contro l’altro. E insieme ci è venuta la voglia di proporre questo format a MotoTV, del quale saremo autori e protagonisti allo stesso tempo. Affari di famiglia. Un gioco, per scherzare sulla prima volta di una coppia che si sfida in pista, ma anche una trasmissione seria, articolata su sei puntate (più una 7a di “best of”), per dare agli appassionati che vogliono scoprire cos’è una corsa, come si fa e come si vive, l’opportunità di guardare un po’ dal buco della serratura, un po’ il dietro le quinte di un week end di gara.
Dunque ci saranno le immagini di pista, le partenze, le pieghe e tutto quanto fa corsa. Ma ci saranno anche i dietro le quinte, le telecamere dentro al box e nella nostra vita di coppia in pista. Un gioco, ma non solo. Che ne pensate?

25/03/2008Primi test in pista sulla LR 2008

Dopo una lunga pausa invernale finalmente sono arrivati i primi test in pista con la mia nuova moto, la LR, che purtroppo si è resa disponibile solo i primi di marzo per un piccolo ma lungo processo di restyling. L’attesa però ci ha premiato regalandoci per la prima giornata di prove a Magione un sole splendente.
Dopo aver dedicato l’intera mattinata a riprendere un po’ di confidenza con questo prototipo e a scrollarmi di dosso la ruggine di tre mesi di inattività, nel pomeriggio abbiamo cercato di personalizzare la moto in base al mio stile di guida e alla mia corporatura, tralasciando per un test successivo la ricerca del tempo.
Abbiamo quindi lavorato sulle altezze e provato diverse soluzioni di rapporti; ma la vera novità per me è stata l’acquisizione dati, finora non consentita nei campionati a cui ho preso parte. I sensori applicati alle sospensioni, al motore, all’impianto frenante, alla manopola del gas permettono di vedere non solo come lavorano i vari componenti della moto, ma anche, e soprattutto, dove il pilota apre il gas, dove lo chiude, quando e quanto frena…insomma, sono rimasta affascinata da questo strumento utilissimo non solo per settare la moto ma anche per migliorare la propria guida!
Altra novità per il 2008 è che avrò un "grosso" compagno di squadra, ma forse è ancora presto per parlarne. Pochi giorni ancora e saprete qualcosa di più! I successivi test a Vallelunga purtroppo non sono stati così fortunati a causa di un’incessante pioggia che non ci ha permesso di proseguire con il nostro programma di lavoro.
Giusto un paio di turni per riprendere confidenza anche con l’acqua, e poi tutti sotto la tenda a pianificare i prossimi test e tutto quello che dobbiamo ancora fare in vista della prima gara, tra poco più di quindici giorni. Come ogni inizio di stagione che si rispetti, stiamo correndo per ultimare le grafiche, per organizzarci con i ricambi (essendo un prototipo i pezzi devono essere appositamente fabbricati), con la logistica e con tutto il resto.
Sono soddisfatta di quanto fatto finora, anche se i tempi sul giro sono piuttosto alti. Devo lavorare molto per riprendere i ritmo di gara e l’occhio alla pista, spero che il tempo sia un po’ più clemente per i prossimi test. Appuntamento per la prima gara il 12/13 aprile sul tracciato di Magione!

17/01/2008Nel 2008

Chiara e Lenci insieme nella Protwins

Cambio di rotta per Chiara Valentini, che nel 2008 abbandona le gare del motociclismo femminile per sfidare i piloti della classe Protwins del Trofeo Ducati, riservata a prototipi da competizione.

Nel 2008 affronterò una sfida sportiva inedita, correndo in sella alla LR F042 del team “Lenci Racing” nella classe Protwins del Trofeo Ducati. Dunque dopo quattro anni e tante soddisfazioni sportive, lascio con un po’ di rimpianto il motociclismo femminile, dove ho conquistato il titolo europeo della 600 nel 2006.
Con Franco Lenci ho già corso a dicembre a Vallelunga, cogliendo al primo approccio un incoraggiante settimo posto sotto la pioggia nella classe Supertwins. Così mi sono fatta prendere da questa sfida intrigante, e dalla possibilità di guidare un prototipo, una vera moto da corsa, piuttosto che una derivata di serie.
Il calendario delle gare ancora non è uscito, ma sappiamo già quali sono i circuiti sui quali andremo a confrontarci: Vallelunga, Misano, il Mugello; e poi Magione e Varano.
Nel frattempo siamo già di corsa, perché presa la decisione è il momento di chiudere gli accordi con gli sponsor tecnici, di decidere la livrea della moto e organizzare la logistica del team. A breve inizieremo anche con i primi test. Siamo motivati e pronti a lavorare per questa nuova avventura!

02/12/2007Settima

nel Supertwin, sotto la pioggia

Un risultato soddisfacente per me, perché non avevo praticamente mai provato la moto, il tempo è cambiato continuamente e... finalmente mi sono confrontata con gli uomini.
Vallelunga. L'ultimo appuntamento agonistico dell'anno si è chiuso per me con un buon settimo posto al traguardo nella categoria maschile delle Supertwins.
Avrei potuto fare qualcosa di meglio se fossi partita bene, ma alla prima esperienza su questo prototipo racing del preparatore Franco Lenci, ho avuto qualche esitazione di troppo con la frizione. Così eccomi transitare 13a al primo giro, dopo aver segnato il 10° tempo in prova. Va bene così, sono contenta della mia gara in rimonta sotto la pioggia, corsa con tempi analoghi a quelli dei primi.
Una bella esperienza, perché la LR è una vera moto da corsa. E poi il team è stato fantastico, sia a livello umano che professionale. Franco Lenci, insieme a Marco e a Luca, mi hanno assistito alla perfezione, dandomi sempre una moto perfetta, in ogni situazione. E non è stato facile per loro, perché abbiamo iniziato al venerdì con l'umido passando per il sole di sabato e la pioggia della gara. Una situazione di oggettiva difficoltà in più, visto che la moto, praticamente, non l'avevo mai provata.
Eppure è andato tutto benissimo, ed è stato un piacere vivere tre giorni in un box tanto allegro e rilassato. Senza sottovalutare la possibilità di crescita che c'è quando si lavora con gente tanto esperta e dotata. Tanto per fare un esempio, alla fine di ogni giornata ho potuto rivedere i diagrammi dei miei giri in pista al computer, grazie a un sistema completo di acquisizione dati che permetteva di monitorare metro per metro la velocità della moto, l'apertura del gas, l'inclinazione del mezzo, il carico sulle sospensioni e altro ancora.
Ora il 2007 va in archivio, si stanno valutando diverse possibilità per il 2008, ma con Lenci e i suoi ci siamo già dati appuntamento a una prossima gara, da fare prima possibile.
Ciao!

02/12/2007A Vallelunga

nel Supertwin!

La fine della stagione è il momento buono per fare qualche test in gara. Eccomi dunque al via nel Trofeo di Natale sul circuito romano, in sella a una fra le migliori bicilindriche da competizione

Domenica 2 dicembre correrò a Vallelunga nel Trofeo di Natale in sella alla LR F042 di Franco Lenci e Massimo Pierobon. Si tratta di un prototipo realizzato dal telaista Pierobon e messo a punto da Lenci, sicuramente uno dei migliori preparatori Ducati del mondo.

Dunque una Supertwin, un prototipo nato intorno al motore bicilindrico due valvole, per una formula a preparazione libera. 140 Kg per 105 cavalli, con tutta la migliore componentistica per meccanica e ciclistica. Una moto sopraffina per la mia ultima avventura del 2007, una gara contro i colleghi di sesso maschile.
Per ora l'inizio è stato sfigato, come tutta questa stagione 2007. Dei tre turni di prova prenotati a Vallelunga, domenica 25 novembre ne ho fatto mezzo. Il primo, perché poi è iniziato a piovere, contrariamente alle previsioni. Peccato, avrei avuto bisogno di conoscere la moto sull'asciutto, e di metterla a punto per me e il mio stile di guida.
Non importa, questa gara nasce per volontà mia e di Franco Lenci per conoscerci, per fare una reciproca esperienza e per "giocare" un po' a fine stagione. Dunque sono tranquilla e aspetto con impazienza venerdì prossimo, quando si comincerà con le prove libere. La moto è pronta, le gomme nuove ci sono e io ho voglia di scendere in pista.
Ci vediamo a Vallelunga!

07/11/2007Di ritorno

dall'EICMA

Il freddo ormai è arrivato, e con se ha portato i saloni invernali. Nei giorni scorsi sono stata una settimana all'EICMA, il salone delle moto a Milano, per il mio consueto ruolo di "testimonial" e di giornalista di MotoTV.
Ho fatto interviste e servizi dai vari padiglioni della fiera. Mi sono occupata delle novità commerciali, ma ho anche commentato in diretta (e in chiaro) alcuni momenti delle competizioni e delle esibizioni dell'area Motolive. Allo stesso tempo sto lavorando per organizzare il mio 2008 agonistico, e ho incontrato diversi P.R. di case motociclistiche e team manager. Siamo in inverno, ma di smettere di andare in moto non se ne parla! E a breve farò dei test.
Dove correrò il prossimo anno? Per sapere questo, cari amici, dovete aspettare ancora un po', perché sto trattando e io stessa non ho le idee chiare. In compenso ciò che non manca sono i progetti e i sogni!

Già che siamo in tema di Salone, scrivo due parole su questa fiera dove ho visto delle moto molto belle. Fra le tuttofare mi è piaciuta l'Aprilia Dorsoduro, anche se somiglia un po' troppo nell'estetica all'Hypermotard della Ducati. E poi la KTM RC8, la nuova supersport di Mattighofen, che promette di dare battaglia alla Ducati 1098. In generale ho visto un bel salone, con tante novità apprezzabili.
Mi ha colpito molto, in particolare, la foltissima presenza di costruttori asiatici. Intere zone dei padiglioni erano destinate a marchi cinesi sconosciuti, che anche solo per metterli in elenco bisognerebbe rifare pagine e pagine di listini sui giornali. Non hanno una buona immagine, i loro prodotti sono considerati scadenti dai più, ma la vitalità e la disponibilità economica che stanno dimostrando sono impressionanti. Chissà che in futuro non si affaccino anche nelle gare più prestigiose...aspettiamo!
A presto

28/09/2007Un tuffo

nella Superbike di Vallelunga

Grande lavoro nel week end 28-29-30 settembre a Vallelunga. Ho seguito il Campionato Mondiale Superbike per MotoTV, facendo interviste ai piloti e al pubblico. Ma, soprattutto, ho potuto vivere dall'interno la splendida atmosfera del Mondiale.
E per me, che sono comunque un'appassionata, si è trattato di un'esperienza affascinante. Anche se non era la prima volta, visto che già nel 2001 avevo seguito tutto il Mondiale in forze al Team DMR (Pirovano, Iannuzzo, Tortoroglio e Romanelli erano i piloti) nello staff dell'hospitality.
Dunque ho intervistato Bayliss, Corser, Xaus. E poi, i piloti della Supersport e Superstock. Ancora, sono andata in giro per il prato e le tribune, a sentire le opinioni del pubblico. Un tuffo nell'atmosfera della corsa.
E poi mi sono goduta le gare vedendo le partenze dalla pit lane, curiosando a spasso per i box, e vedendo come guidano i top rider in curva. Nata e cresciuta a Vallelunga, vedere i grandi campioni sulla pista di casa... è stato entusiasmante. Hanno corso due manche costantemente sul 38 basso -1'38" per intenderci- un tempo inarrivabile per i piloti che corrono nelle categorie nazionali.
A parte il livello tecnico del mondiale e dei mezzi che vi partecipano, a parte l'abilità dei piloti, quello che più mi ha colpito, è l'andamento delle traiettorie dei "grandi". Laddove noi usiamo la pista per uscire larghi e dare gas, come alla curva Roma o al Tornantino, loro chiudono secchi e si ritrovano con la moto dritta appena si presentano sul rettilineo. E danno gas subito, approfittando anche del controllo elettronico di trazione.
Insomma, coinvolgente!
Ora la stagione è praticamente finita. Restano una manciata di gare nazionali, poi i saloni invernali. Ma la testa è già al 2008, alla possibilità di scendere ancora in pista. E poi di nuovo al mio lavoro in manifestazioni di questo livello. Ciao!

12/09/200712/09 Con

le motocicliste a Fiumicino

Moto e barche a vela. Un connubio inedito quello che si è visto qualche giorno fa alla darsena di Fiumicino, quando le pilote del Campionato Italiano Motocicliste hanno presenziato alla presentazione del World Match Racing Tour (http://www.worldmatchracingtour.com).
Insieme ad alcuni degli skipper più famosi della Coppa America, abbiamo dunque messo il naso in questo evento, che ha portato per una settimana le regate veliche di tipo "Match Race" nelle acque romane. E il nostro stand è rimasto allestito per tutta la settimana, nel villaggio sportivo dei regatanti. Originariamente avremmo dovuto portare gli skipper in moto sul palco per la festa di presentazione. Poi, visto che quasi tutte le pilote erano venute con i loro mezzi da competizione, che non consentono di portare un passeggero, questa parte del programma è saltata.
Peccato, perché la sottoscritta per l'occasione si era appositamente dotata di una BMW K1200, in modo da poter trasportare lo skipper in tutta sicurezza e... a norma di legge!
Si è trattato comunque di una serata simpatica, che ci ha visto tutte insieme lontano dalle piste e dalle corse. Rilassate e con il sorriso sulle labbra, pronte agli scatti dei tanti fotografi presenti E a fine serata... cena tutti insieme.
A proposito, ma quanto mangiano questi velisti!

09/09/2007Ritorno

entusiasmante sul circuito di casa: pole al sabato mattina, primo giro in testa e quarta sul traguardo.

Vallelunga, 9 settembre 2007. Uno, due, tre: pronti via. Sono in testa. Quarta assoluta e prima delle seicento! Faccio il primo giro, poi al secondo, in rettilineo, vengo superata da tre avversarie che viaggiano in gruppo, e passo quarta. Da lì in poi i distacchi restano costanti, e chiudo al quarto posto.
Va bene! Dopo un anno di stop per l'infortunio alla spalla, alla prima gara vera sono arrivata quarta su dodici pilote della classe seicento, mettendo dietro anche qualche mille. Senza contare la pole provvisoria del primo turno di qualifica e il terzo tempo al via.
Ne ho di che essere felice. Sono tornata a partire bene, come mi succedeva regolarmente. E ho fatto un giro e mezzo davanti. Poi, purtroppo, abbiamo pagato il fatto che per tutto l'anno non si è potuto lavorare per cucirmi la moto addosso. Sempre per quel maledetto infortunio.
Ci sta questo quarto posto, che conferma prima di tutti a me che sono tornata competitiva. La spalla funziona, io ci sono e sono pronta a tornare a vincere.
Va bene così, ci vediamo presto

26/08/2007Sono tornata!

Alive & Kicking! Viva e scalciante!
Domenica 26 agosto sono tornata in gara al Mugello. Con una notizia buona e una cattiva. Quella buona è che sono di nuovo competitiva. Sì, la mia spalla sta benissimo e anche la testa si è resettata. Dopo quasi un anno di fermo, seguito all'incidente del 23 settembre scorso a Vallelunga, ho ritrovato la forma fisica e la concentrazione per prendere il ritmo giusto. Mi sono ritrovata nel gruppo e mi sono riscoperta competitiva.
La notizia cattiva è che la mia moto non ha funzionato per tutto il week end di gare. Sempre lo stesso problema: un giro buono, poi il motore iniziava a calare, sempre di più. Così in gara sono stata costretta al ritiro dopo tre giri. Inutilmente il team ha lavorato, smontando e rimontando tutto, controllando ogni cosa e sostituendo vari componenti. Peccato, perché il podio era alla mia portata nonostante partissi dalla quinta fila per i problemi di motore.
Tornare alle gare così sarebbe stato bellissimo, e una modifica effettuata nella notte di sabato ci aveva fatto sperare. In gara però, dopo un primo passaggio a 250 Km/h, già nel secondo sul rettilineo la mia velocità era scesa; e nell'ultimo giro fatto non superavo i 179 Km/h!
Peccato. Ora si provvederà a una revisione completa della moto. E speriamo di aver saldato definitivamente il conto con la sfortuna. Sono tornata. Ho voglia di correre.
Appuntamento a Vallelunga, il 9 settembre.

17/07/2007Ciao Nuvola

Ho tanti pensieri e poche parole.
Hai lasciato un vuoto incolmabile tra noi amici, motociclisti, piloti.
Con la tua passione, con il tuo cuore hai aiutato tutti quelli che hai incontrato sul tuo cammino. Hai sofferto e gioito con noi, per noi. Ti dobbiamo tanto. I tuoi consigli, i tuoi sorrisi ci accompagneranno sempre. Hai raggiunto i nostri amici più cari, la nostra Gabriela. Che insieme possiate fare un cammino sereno e vegliare su di noi.
Ti vogliamo bene.
Ciao Franco.

08/07/2007Vallelunga:

l’endurance delle dirette

Vallelunga è un po’ la mia pista di casa. Ci sono nata e cresciuta. Immaginate un po’ se qualche anno fa qualcuno mi avesse detto che avrei avuto la possibilità di vederci girare i big del Mondiale Superbike. No, di più, che li avrei intervistati. Anzi, già che ci siamo, che sarei stata lì otto ore in diretta televisiva a commentare le loro gesta e a intervistarli. Per una TV motociclistica.
A volte quello che è più incredibile si avvera. E infatti l’8 luglio sono stata otto ore in diretta da Vallelunga su MotoTV per commentare il primo test ufficiale del circus del World Superbike Championship sul rinnovato tracciato alle porte di Roma.
Un’esperienza faticosa (anche perché in studio si era guastata l’aria condizionata…), ma anche molto interessante e coinvolgente. Una giornata a contatto con il mondo e le persone che mi piacciono, con tanti ospiti che si sono alternati continuamente in studio.
È stata una prova generale, in vista della gara che si correrà il 30 settembre, e che vedrà la stessa squadra commentare in diretta tutto il week end.
Preparatevi a seguirci!

18/06/2007Visita all'ARAI

Una visita all’ARAI per capire il casco

Sono motociclista da tanti anni, eppure confesso che anche io spesso ho sottovalutato l’importanza del casco. Non ho dato il giusto peso alla qualità dell’oggetto, alla sua scelta e conservazione.
Spesso ci si lascia attrarre dai messaggi pubblicitari o dalla grafica. Però il casco è un accessorio ad alto contenuto tecnologico, e ognuno dovrebbe scegliere quello che meglio si adatta alla propria testa.
Ho avuto modo di riflettere su questo in occasione di una recente visita alla sede olandese dell’ARAI, casa che mi sponsorizza nelle mie attività attraverso la filiale italiana. Vicino Amsterdam la casa giapponese ha un laboratorio di ricerca, e io ho avuto la fortuna di essere invitata, insieme a un gruppo di giornalisti italiani, a una visita guidata.
Così abbiamo potuto vedere tutto del casco, dalla a alla z. Dai materiali di costruzione grezzi ai processi produttivi. Fino alle rifiniture e ai test d’omologazione. Che i tecnici della ditta nipponica hanno ripetuto davanti a noi con caschi di diversi produttori.
Beh, ognuno ha le sue marche di caschi preferite, e io non voglio qui fare un facile discorso pubblicitario. Però mi preme dire che una giornata del genere è stata veramente istruttiva e interessante. Sarebbe bello che tutti i motociclisti appassionati avessero la possibilità di fare visite come questa. Sarebbe un modo anche per sensibilizzare i dueruotisti al corretto uso e conservazione del casco.

27/05/2007Emozioni

note e riflessioni della mia partecipazione a due appuntamenti dell’Honda Festival, come inviata di MotoTV.

Premetto che non ero mai stata a manifestazioni come l’Honda Festival. Qualcosa avevo fatto con Ducati, ma le due giornate in pista a Misano e Monza sono state per me un’occasione per scoprire un mondo diverso. E’ una gran festa per tutti, dallo scooterista al pistaiolo, dal principiante al veterano. Tutti possono partecipare agli eventi in programma, gratuitamente o con una spesa irrisoria.
Ho approfittato dell’occasione per verificare le condizioni fisiche della mia spalla: decisamente meglio sotto il profilo dell’articolazione, ora riesco a mettermi in carena e abbracciare il serbatoio nei rettilinei. Faccio però molta fatica nei cambi di direzioni e nelle staccate per la mancanza di muscolatura dovuta a mesi di inattività. Ma non demordo, continuerò l’allenamento per tornare in buone condizioni fisiche!
Dicevo che ho fatto due tappe: Misano e Monza. In entrambi i casi sono andata per MotoTV, e ho girato con la moto dotata di telecamere per riprendere la pista dall’interno.
Il Santa Monica di Misano mi ha colpito tantissimo. Ora si gira in senso orario, e la nuova pista è molto più tecnica e meno scorrevole, con raggi di curva che tendono a chiudere in uscita. Se devo essere sincera, mi manca un po’ la vecchia pista scorrevole e veloce, ma sicuramente bisogna fare qualche turno in più per imparare a capire i nuovi punti e divertirsi.
E poi Monza. Che dire? Da vero pelo sullo stomaco! La prima variante dopo il lungo rettilineo dei box è praticamente come un imbuto, ma una volta superato è tutta adrenalina: inizi a scaricare le marce, in piena curva, e poi giù, per i lunghi rettilinei e le esse veloci. Che favola! Insieme a me su questo storico tracciato anche Giacomo Agostini, con il quale ci siamo divertiti un mondo a fare le riprese. Un mito del motociclismo italiano, rimasto tale: lo vedi subito da come si siede in sella, chiuso in carena si sente a casa sua. E poi il mio compagno, Ricky, con il quale condividiamo il piacere di girare in pista. Le due giornate, veramente gradevolissime, hanno previsto tante riprese nel paddock invaso di appassionati, i corsi di guida sicura, i giri turistici e tutti gli altri eventi che si sono susseguiti in questi weekend. A presto e per chi volesse, a breve su MotoTV i servizi relativi a queste due giornate in pista.

18/05/2007Un cocciuto

arrivederci

La spalla sta meglio, ma non sono ancora in forma per correre nella prima prova dell’Europeo a Vallelunga, il 20 maggio. Non ho voglia di mollare e mi alleno per rientrare appena possibile Quando uno sportivo è molto coriaceo, si dice che è determinato. Mamma mia dice che sono cocciuta, perché nonostante l’infinità di problemi fisici seguiti all’incidente, non ne voglio sapere di smettere. Però sono costretta a passare la mano ancora una volta, per la prima gara del Campionato Europeo a Vallelunga, il 20 maggio.
Non riesco a rientrare in forma. Ma non mi ritiro. Continuerò ad allenarmi in palestra, e con il team stiamo programmando nuove sessioni di prova. Che tristezza dover saltare la prima gara di un campionato dove sarei partita come campionessa in carica.
Brucia, scoccia, fa arrabbiare.
Però devo arrendermi allo stato delle cose. Ho recuperato finalmente in buona parte la mobilità della spalla. Però, sette mesi di lontananza dal vertice si sentono. La mia muscolatura non reggerebbe una gara, e oggi ho bisogno anche di girare per ristabilire i riferimenti e rifare l’occhio necessario per scendere con i tempi sul giro.
Sono sempre più presa da nuovi progetti motociclistici, ma le corse sono parte di me, mi hanno dato tantissimo e hanno già segnato una parte importante della mia vita. Ha ragione mia madre, arrivederci a presto.

10/05/2007Nuovo

impegno per Chiara: il corso di formazione FM

E’ iniziata una nuova avventura. Il 5 maggio scorso è partito a Roma il corso di formazione per tecnici FMI al quale ho partecipato grazie ai risultati sportivi di questi anni e all'attività svolta nel settore della sicurezza stradale. Il primo degli incontri formativi si è tenuto presso la Scuola dello Sport dell'Acqua Acetosa, e presto ci saranno altri incontri, che culmineranno in una sessione a Polcanto, presso il Centro Tecnico Federale. Al termine del corso sarò ufficialmente abilitata all'insegnamento della guida in pista!

Nel 2001 ho ottenuto la qualifica di tecnico federale per la sicurezza stradale e da allora ho atteso un corso ad hoc per il settore della velocità. Anche perché in Italia non ci sono istruttrici riconosciute dalla FMI: io e Raffaella Ghirarduzzi, un'altra pilota del Campionato femminile, saremo le prime due ragazze a poter ambire a questo titolo!!!

Gli argomenti trattati in questa prima parte sono molto interessanti: si va dalla metodologia dell'insegnamento, alla prestazione sportiva, dai metodi di allenamento, alla psicologia applicata allo sport. Temi che, come pilota, ho affrontato in prima persona. Una bellissima opportunità per migliorare le mie conoscenze e le mie capacità. Ma non solo. Spero di riuscire a trasferire ancor meglio le mie esperienze ai giovani (e non…) che hanno la passione per le 2 ruote.

23/04/2007Chiara

ospite a “RR - Race Report”

il talk show di MotoTV (canale 237 di Sky) che va in onda tutti i mercoledì alle ore 23.00.
La puntata che vedrà la partecipazione di Chiara ed altri ospiti del mondo delle due ruote (tra cui Sergio Canobbio, Massimo Clarcke, Ezio Gianola, Cristiano Migliorati) andrà in onda mercoledì 25 aprile: approfondimenti e notizie sul GP della Turchia appena disputato, sul Campionato del Mondo di Trial Indoor nella tappa milanese, la vittoria di Tony Cairoli nel Gran Premio del Portogallo, il Freestyle e molto altro ancora.
Sarà possibile vedere la replica nei seguenti giorni:
Giovedì 26 Aprile alle ore 08:25
Venerdì 27 Aprile alle ore 00:55, alle ore 12.35 e alle ore 21.00
Sabato 28 Aprile alle ore 04:10

31/03/2007Chiara

volto femminile di MotoTV

Chiara sarà il volto femminile di MotoTV, il nuovo canale satellitare interamente dedicato alle 2 ruote. Insieme a lei, due testimonial d'eccezione, Giacomo Agostini e Marco Lucchinelli.
Le trasmissioni della nuova TV specializzata inizieranno il 14 aprile, sul canale 237 di SKY. Molto ricco il palinsesto, che tratterà a 360 gradi il mondo delle moto: dalle gare al turismo, dai raduni alle prove di moto, passando per i corsi di guida e quelli di manutenzione.
I tre testimonial si alterneranno nei test su strada e in pista, negli approfondimenti sullo sport e con i protagonisti del mondo delle due ruote, nella presentazione delle novità e delle news. Chiara in particolare avrà il compito di accompagnare gli spettatori nell'universo del motociclismo femminile.
Per il primo mese MotoTV sarà trasmesso in chiaro nel bouquet di SKY; dal 14 maggio per vederlo bisognerà pagare un canone opzionale di 8 euro al mese.
Per ulteriori informazioni: www.moto.tv

25/03/2007Quando

l'aderenza non è quella giusta

VALLELUNGA 25/3/07. Si comincia con uno stop. No, non ce la faccio a dire che sono indietro nella classifica della gara, preferisco parlare dello stop programmato per il prossimo appuntamento.
Si chiamano aderenze.
E a volte si formano all?interno delle articolazioni in seguito a un trauma molto forte. Come nel mio caso, dopo l'incidente del 23 settembre scorso. Ho provato a scioglierle per tutto l'inverno, finché mi sono operata, 3 settimane fa. Mi era stato garantito che sarei stata in una forma accettabile per la gara del 25 marzo, la prima prova del Campionato Italiano Femminile.
Invece qualcosa non ha funzionato. Negli ultimi giorni la mia spalla ha smesso gradualmente di funzionare, e sono tornata al punto di partenza. Sembra che le aderenze si siano riformate; probabilmente per la mia tendenza a coagulare rapidamente il sangue
. Di fatto sono nei guai, non ci sono altri termini per descrivere la mia situazione. Nelle prove del sabato, sul bagnato, avevo staccato un buon 7° tempo, perché lì serve meno forza. Oggi però, in gara con la pista asciutta, i problemi sono tornati a galla.
Così torno dal medico, la prossima settimana, per una visita già programmata, dopo quella di cinque giorni fa, quando ho iniziato una terapia di infiltrazioni per cercare di sciogliere le aderenze. Proseguirò anche la piscina e la fisioterapia. Tutti i giorni.
Non è una bella giornata quella di oggi, ma sono determinata a lottare e a tornare quella di prima. Lo dico sempre, perché ne sono convinta. Io non mollo.

15/03/2007Detto fatto:

mi sono operata alla spalla!

Con una decisione inaspettata e improvvisa, spinta da un ortopedico specialista di articolazioni, Chiara si è operata alla spalla destra in artroscopia, per sciogliere le aderenze formatesi dopo l’incidente di Vallelunga del 22 settembre scorso.
“Durante l’inverno avevo fatto molta fisioterapia e palestra, ma non riuscivo a muovere bene la spalla, mi mancavano molti gradi nell’articolazione del braccio. Stavo scomoda in moto e i numerosi test in pista non davano gli attesi segnali di miglioramento”.
“Così sono andata sotto i ferri, e solo a quel punto ci si è resi conto che non sarei mai riuscita a liberare la spalla senza intervento chirurgico”.
“Ora, a due settimane dall’intervento, ho recuperato abbastanza, ma dovrò lavorare sul tono muscolare. Insomma l’avvio di stagione si presenta tutto in salita. Sto andando in piscina due ore al giorno e faccio fisioterapia, con l’obiettivo di recuperare quanto prima”.
“Continuate a seguirmi, in questa lunga rincorsa alla migliore forma fisica e alla competitività. Sto tornando!”.

24/02/2007Di nuovo

in pista! Prima uscita ufficiale in sella alla Kawasaki per la campionessa europea Chiara Valentini

VALLELUNGA. Finalmente il debutto con la nuova livrea. Moto, tuta e stivali. Manca ancora la colorazione del casco. Sabato e domenica 24 e 25 febbraio è stato un debutto importante ed emozionante.
Per la prima volta sono scesa in pista in sella alla nuova Kawasaki ZX6R, con le colorazioni ufficiali.
Nove turni in tutto, quasi un’endurance, perché stiamo prendendo le misure alla moto, ritirata dal concessionario venerdì pomeriggio e alla quale i meccanici, in fretta e furia, hanno fatto in tempo a cambiare solo le sovrastrutture.
Mi piace! Di questa moto mi piace soprattutto la decisione che ha nello scendere in piega. Maneggevole, precisa e diretta. Manca invece ancora la messa a punto della ciclistica in uscita di curva. E poi, ovviamente il motore, ancora assolutamente di serie in tutto, ed al quale ho dovuto fare il rodaggio nella giornata di sabato. Ora speriamo che i tecnici del team abbiano a disposizione quanto prima i ricambi necessari per provvedere alla preparazione, perché è innegabile che tecnicamente siamo indietro, avendo ricevuto la moto solo oggi.
Io per conto mio devo ancora lavorare tanto sulla spalla, perché ho recuperato molta mobilità dopo l’incidente dello scorso anno, ma è evidente che mi manca ancora la posizione giusta sulla moto e molta, molta forza e resistenza.
Sto andando in palestra quasi tutti i giorni per questo, con un programma specifico. Nella speranza di tornare al 100 per 100 prima possibile.
Ci vediamo presto!


Chiara veste
Tuta e guanti M-Tech
Casco Arai
Stivali Oxstar
E corre con…
Il Conti Racing Team Italia su Kawasaki ZX6R!

21/01/2007Le motocicliste premiate a Padova.

Centocinquanta persone hanno applaudito le campionesse 2006 nella cornice del Bike Expo.

Paola Cazzola è stata la protagonista assoluta della premiazione del Campionato Italiano Motocliste e della European Women's Cup, che si è svolta domenica 21 gennaio al Bike Expo di Padova. La pilota vicentina nel 2006 ha infatti vinto entrambi i campionati, cui ha preso parte con la Ducati 999 del Team Y2K nella classe Superstock 1000. A lei sono andati i premi messi in palio dagli sponsor, fra i quali una nuova Kawasaki ER6N. A premiarla ci ha pensato la storica rivale del Motocross, Stefania Bau (nella foto), oggi in fase di recupero dopo un grave incidente. Fra le altre stelle della giornata Cristina Peluso, campionessa italiana della Superstock 600 in sella a una Honda CBR e Chiara Valentini (Ducati 749 del team Y2K), seconda nell'Italiano con una spalla lussata e vincitrice con una gara d'anticipo della Coppa Europea. Premio come migliore esordiente a Romana Fede, prima in sella alla Ducati 999 del Team Y2K. Numerosi i premi anche per le altre pilote, con classifiche speciali per le Over 40, le Under 21 e la migliore "umbrella girl". Purtroppo alla manifestazione, seguita da circa 150 persone, sono mancate alcune delle protagoniste del Campionato 2006, cosa che non ha mancato di suscitare qualche polemica in seno all'organizzazione. Se ne riparlerà a breve, visto che per il 24 febbraio è stata annunciata, presso l'autodromo di Vallelunga, la presentazione ufficiale dei campionati 2007. In quell'occasione dovrebbero essere svelate anche le livree delle nuove squadre; cosa particolarmente interessante, visto che tutte le protagoniste del 2006 hanno cambiato casacca. (fonte: motonline.com)

27/12/2006Firmato l'accordo: il 2007 sarà Kawasaki!

il 2007 sarà Kawasaki!

Si chiama ZX6R. Versione 2007!
È lei la moto con la quale correrò nell’anno che si è appena aperto. Un viaggio a Firenze per conoscere i componenti del Conti Racing Team Italia, e un paio d’ore per limare il contratto; poi la firma. Subito è venuta fuori una maglietta verde e nera, e la prima foto, purtroppo ancora davanti a una moto del 2006, perché la mia si sta rifacendo… il trucco! Contenta, trepidante per questa nuova avventura.
Nella cena con team manager e meccanici, seguita alla firma, abbiamo iniziato a parlare del futuro, delle gare cui prenderemo parte e dei lavori preliminari da fare sulla moto. Dopo l’era del bicilindrico e della sua coppia bassa, dovròimparare a sentire nelle orecchie l’urlo del quattro cilindri. Inutile girarci intorno, la moto del 2006 già la conosco,perché alla fine dello scorso anno, scaduto il precedente contratto, ci ho messo il sedere sopra per un test segreto.
E mi è piaciuta!
Ora non vedo l’ora di scendere in pista per i primi test, per iniziare a fare quel lavoro che tutti i piloti debbono fare: cercare di farsi cucire la moto addosso dai tecnici della squadra. Seguitemi, perché vi terrò informati. Nel frattempo, se qualcuno di voi volesse incontrarmi, l’appuntamento è fissato per il 21 gennaio al Bike Expo di Padova, dove ci sarà la premiazione del Campionato Italiano Motocicliste 2006.
A presto!
Chiara #75

16/12/2006Premiazioni Campioni 2006

Roma 16 dicembre, Palazzo del Coni: doppio appuntamento per Chiara, presente in veste di conduttrice e premiata per il titolo europeo.

Si è svolta oggi a Roma, nel Salone d'Onore del Palazzo Coni, la Premiazione dei Campioni 2006, organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana.
Più di 80 piloti si sono ritrovati a Roma per animare una cerimonia ricchissima di spunti e di ospiti.

I Campioni Italiani di ogni specialità, i piloti che hanno conquistato posizioni di prestigio nei Campionati Europei e Mondiali, gli atleti che hanno vestito la Maglia Azzurra nelle gare mondiali a squadre, riuniti insieme, hanno contribuito a rinnovare un appuntamento prestigioso e ormai tradizionale nell’ambito sportivo nazionale.

Il Presidente Paolo Sesti ha portato a tutti i presenti il saluto della Federazione. Subito affiancato dal Presidente del Coni, Gianni Petrucci, che ha ringraziato i presenti per '' avere scelto la nostra sede, che è poi la vostra sede, per questa festa così importante ''. Lo stesso Presidente Petrucci ha poi consegnato all’ingegner Maurizio Flammini la Stella d'Oro del Coni al merito sportivo, per la brillantissima carriera sportiva vissuta prima da praticante e poi da organizzatore di successo del Campionato del Mondo Superbike. Il Presidente Sesti e Giampiero Sacchi hanno successivamente premiato Fabio Massei, vincitore del Trofeo Junior GP, creato da FMI ed Aprilia nell’intento di ''scoprire'' gli eredi di Valentino Rossi e di tutti i Campioni che hanno calcato nel tempo le scene mondiali. Immediatamente dopo, accanto a Massei sono stati chiamati e premiati tutti i più giovani piloti presenti in sala. Un gruppo di nove ragazzi, giovani o giovanissimi, che rappresentano realmente il futuro del motociclismo nazionale. La cerimonia di premiazione ha visto poi sfilare i vincitori della velocità, del motocross, della supermoto, dell'enduro, del trial, del motorally e dello speedway. Non potevano mancare i piloti che hanno ottenuto un podio nei Campionati Mondiali ed Europei di specialità, ed anche in questi casi il palco è stato letteralmente ''invaso'' da gruppi assolutamente numerosi di piloti in festa, senza dimenticare Paola Cazzola e Chiara Valentini, degnissime rappresentanti della velocità femminile che hanno conquistato un podio europeo senza lasciare spazio ad alcuna avversaria. La stessa Chiara Valentini, tra l’altro, cui era stato affidato anche l’insolito compito di conduttrice femminile della manifestazione, assolto con totale brillantezza e capacità. Il momento dedicato ad Amref, l'associazione onlus che svolge il ruolo di ''smile sponsor'' della Maglia Azzurra, ha introdotto appunto la fase finale, dedicata ai piloti che hanno vestito nel 2006 la Maglia Azzurra nelle gare di Campionato del Mondo a squadre. Momento culminato con la premiazione della squadra vincitrice del Supermoto delle Nazioni, i cui componenti hanno ancora una volta alzato al cielo la Coppa appena conquistata.

01/11/2006per il 2007 nuovo team

''Qualcuno ha detto che le cose belle non possono durare all'infinito.''

Forse è vero: dopo due anni di grandi soddisfazioni, in questi giorni viene ufficializzata la fine del mio rapporto di collaborazione con la Ducati.
Sono stati due anni di successi, con la crescita dei campionati femminili che mi hanno visto dominare l'Europeo 2006 e finire seconda nell’italiano, nonostante una spalla lussata.
Due anni bellissimi, di grande crescita per la sottoscritta, che ha potuto fare esperienza su una vera moto da corsa, di quelle che necessitano delle regolazioni ''giuste'' per andare. Ora è il momento di cambiare, per cercare nuovi stimoli. Ho voglia di impegnarmi ancora nelle gare, con le giuste condizioni per fare un lavoro ancora migliore. Per questo sto valutando diverse offerte ricevute per il 2007.
L'idea sarebbe ovviamente quella di ritentare la sfida al Campionato Italiano ed Europeo. Altrimenti potrei scegliere una formula diversa, e andare a sfidare gli uomini sul loro terreno! Datemi ancora un po’ di tempo, poi scioglierò la riserva. Intanto grazie a tutti voi per l'affetto con cui mi seguite e per le tante e-mail e lettere che mi scrivete. I tifosi fanno sempre piacere!'' Chiara # 75

22/10/2006Cartagena

Cartagena, 22 ottobre 2006. Ultima gara dell’anno sul circuito misto veloce spagnolo.

E Chiara, nonostante il titolo europeo già in tasca, non si è tirata indietro, ha cercato di non dare peso alla spalla lussata tre settimane prima a Vallelunga, e si è presentata al via. Tanto coraggio, tanta grinta, ma al 7° giro, dopo la consueta partenza nel gruppo di testa, il dolore l’ha costretta al ritiro.

''Ci tenevo a essere presente a quest’ultimo appuntamento della stagione, nonostante avessi già conquistato il titolo. Speravo di replicare i buoni risultati ottenuti nella gara di Varano di dieci giorni prima, ma il circuito di Cartagena è molto più impegnativo e guidato, con continui saliscendi che richiedono una notevole forza fisica; proprio ciò che purtroppo non ho ancora recuperato''.''Sono partita bene e speravo che la bagarre della gara mi aiutasse ad andare oltre il problema fisico, ma così non è stato. In parte per il dolore, in parte per la rabbia di non riuscire a essere con le prime, alla fine ho deciso di ritirarmi: più di così non avrei potuto fare!''.

''Pazienza, è stato ugualmente bello essere lì, salutare tutte le ragazze, che non vedrò fino alla prossima stagione, e festeggiare insieme a Paola -la sua compagna di squadra, diventata campionessa europea sul circuito spagnolo, ndr- i due titoli conquistati''.

''Ringrazio veramente tutti per questa splendida stagione: la Ducati, il team Y2K e i meccanici, il mio sponsor Notartel e tutti quelli che hanno tifato per me!Ora per Chiara, al termine di una stagione che l’ha vista conquistare il titolo europeo e diventare vice-campione d’Italia, è arrivato il momento di un po’ di relax. Ma statene certi, l’anno prossimo la troveremo più agguerrita che mai!

08/10/2006Varano

La gara più difficile di tutta la stagione è arrivata a Varano,

8 ottobre, per l'ultima tappa del campionato motocicliste. In ballo 11 punti da recuperare per agguantare il titolo italiano con una spalla lussata 2 settimane prima,nella gara di Vallelunga. Un terzo posto sofferto non è bastato a Chiara Valentini per compiere il miracolo,ma è riuscita con grande coraggio e determinazione a difendere la sua seconda posizione e oggi è vice campionessa d’Italia.
''Sarà un weekend durissimo: in questi 10 giorni di riposo ho recuperato qualche movimento ma il dolore alla spalla persiste, specialmente a freddo. Non voglio perdere le speranze, ma riuscire a recuperare i punti che mi distaccano dalla prima sarà molto difficile.
''E qui dovrò difendere anche la seconda posizione in campionato''.
Queste le sue parole sabato mattina dopo il turno di qualifiche, dove la pilota romana ha fatto segnare il 9° tempo assoluto. Sabato sera è palese sul volto di Chiara un velo di tristezza e preoccupazione: dopo una stagione splendida, un titolo europeo conquistato in anticipo, alla pilota Ducati proprio non va giù l'essere relegata in posizioni che non le si addicono. Ma già a Vallelunga aveva dato dimostrazione di grande determinazione e coraggio e tutto il team sapeva che lei in gara sarebbe riuscita ancora una volta a dare il massimo.E infatti, si comincia bene già dalla partenza, con Chiara che dalla terza fila arriva alla prima curva subito dietro le 1000. Una scivolata di Eliana Pezzilli dopo pochi secondi porta però alla bandiera rossa, non prima che un''altra pilota delle 600 si metta davanti le ruote di Chiara, che dopo il tamponamento finisce fortunatamente in piedi tra gli air fence di protezione. Nel rientrare si accorge di aver storto il disco freno anteriore nell’impatto: per ottimizzare i tempi i meccanici le cambiano velocemente la ruota e Chiara rientra a gomme fredde pronta per la seconda partenza. Per non rischiare scivolate al primo giro è costretta però a lasciare strada alle sue avversarie, piazzandosi in terza posizione: taglierà in quest’ordine il traguardo, quando una nuova bandiera rossa per una scivolata concluderà la gara dopo pochi giri.
''Sono contenta perché non pensavo in queste condizioni fisiche di riuscire ad andare sul podio. Ho dato tutto quello che potevo: sono dispiaciuta per l’infortunio alla spalla che mi ha penalizzato per la corsa al titolo, ma almeno sono riuscita a mantenere il secondo posto in classifica. Ringrazio tutto il team Ducati Y2K e i meccanici, che oggi sono stati provvidenziali per farmi ripartire. Ora ho dieci giorni di tempo per far riposare la spalla, poi partiamo nuovamente per l’ultima tappa dell’europeo a Cartagena. Nonostante abbia già ottenuto il titolo, mi piacerebbe festeggiare con una vittoria: ce la metterò tutta, spalla permettendo...''E vista la determinazione della pilota capitolina in tutta la stagione, siamo sicuri che ci regalerà un'altra gara ricca di emozioni.

24/09/2006Vallelunga

Che Sfiga! Ha chiuso quarta Chiara a Vallelunga,

nella gara che avrebbe dovuto segnare il sorpasso in classifica sulla rivale per il titolo italiano, Cristina Peluso.A compromettere tutto ci ha pensato la spalla sinistra, uscita lussata da una scivolata alla curva Campagnano, il sabato mattina.
Era appena iniziato il primo turno di prove, quando Chiara ha tirato un po’ troppo la staccata alla curva Campagnano, finendo per perdere aderenza con l’anteriore. Così ora è a 11 punti dalla rivale, a una sola gara dalla fine del Campionato Italiano. Per laurearsi campionessa dovrà insomma vincere a Varano, l’8 ottobre prossimo, sperando chela Peluso non vada oltre il 4° posto.
Inutile recriminare, le corse sono fatte così. Anzi, è andata addirittura bene, visto che in ospedale al sabatomattina i medici all’inizio avevano detto alla nostra pilota che non avrebbe potuto correre per un mese. Invece le infiltrazioni praticategli prima della gara e la tenacia di Chiara hanno fatto il miracolo.
E dire che subito dopo la partenza ci avevamo sperato tutti, visto che la pilota romana era partita addirittura prima fra le 600. Ma nelle curve a sinistra non riusciva proprio a far girare la moto. E a Vallelunga, dopo il curvone c’è una curva a sinistra difficilissima e dura da impostare. Così, quando(l) 'effetto degli antidolorifici è calato, a Chiara non è rimasto altro che cercare di limitare i danni. E per rendere l’idea di quanto la sua prestazione sia stata limitata dal malessere fisico,basti dire che in gara il suo miglior tempo non è andato oltre un banale 1'53'''3, mentre in prove libererecentemente aveva girato regolarmente sull'' 1''50'''!
Ciononostante è stata una bella domenica, con la tribuna tappezzata di bandiere del JD Club.
''Avevo il terrore di un errore stupido che compromettesse tutto, e alla fine è proprio quello che è successo.Avevo voluto forzare da subito, perché dopo i tempi fatti nelle prove libere mi sentivo sicura e volevo mettere in chiaro che in gara sarei andata fortissimo. Tante altre volte ho fatto staccate simili e mi è andata bene;stavolta la ruota anteriore ha preso sotto. Magari sarebbe stata una scivolata banale, invece la spalla è uscita. Pazienza. Ringrazio tutti i sostenitori del Joey Dunlop Club e gli amici del Forum Multistrada, il Multiforum, perché domenica è stato comunque bellissimo sentirmi così incoraggiata e benvoluta dalla tribuna. Grazie ragazzi!E un grazie speciale agli infermieri e medici del centro di Vallelunga, hanno fatto un miracolo!''.
Ora ci si presenta a Varano domenica 8 ottobre per l’appuntamento conclusivo. Chiara dopo due settimane di riposo totale è intenzionata a dare il tutto per tutto.
In bocca al lupo!

09/07/2006Magione

Dominio della Valentini nella classe 600 sul circuito di Magione.

Magione. La neocampionessa europea della 600, Chiara Valentini, ha confermato il suo ottimo stato di forma nella terza tappa del Campionato Italiano Motocicliste,sul circuito perugino di Magione, vincendo con oltre 10 secondi di vantaggio sulle dirette avversarie.
Il caldo e la gara di 20 giri in un circuito molto tecnico come quello di Magione,hanno messo a dura prova la resistenza delle pilote del Campionato femminile:
''E' stato un weekend difficile. Non pensavo di riuscire a mantenere un passo costante per tutta la gara soprattutto perché avevo calcolato chedal quinto giro avrei incominciato a fare i doppiaggi con conseguenti perdite di tempo. E poi, se devo essere sincera, Magione non è uno dei miei circuiti preferiti.
Invece sono riuscita a partire molto bene e a mantenere il passo di gara su 1.19/1.20, nonostante i ripetuti sorpassi. Sono molto contenta per il risultato ottenuto: mi permette di recuperare 5 importantissimi punti dalla prima in classifica. Ora siamo a meno 4 punti dal primo posto. Ce la metteremo tutta per portare a casa anche il titolo italiano!
Ringrazio di cuore tutto il team e soprattutto i meccanici con i quali abbiamo fatto un gran lavoro per trovare il giusto setting: nonostante il caldo e la fatica che negli ultimi giri incominciavano a farsi sentire, continuavo a trovare un gran gusto a guidare la mia bimba! – ndr il suo Ducati 749R.
Un grazie speciale va a Federico Minoli, Presidente della Ducati, che ha deciso di trascorrere il weekend con noi. E' una persona speciale: si è presentato ai box tutto bardato in sella ad una Multistrada, e a stento l'ho riconosciuto. Segno della sua semplicità e della passione che ha per le 2 ruote...rigorosamente Ducati!''
La gara di Magione verrà trasmessa su Rai Sport Sat, Venerdi 14 luglio alle ore 21,30.
Un meritato break estivo dagli impegni di campionato ci farà ritrovare Chiara Valentinia Vallelunga il 24 settembre, per la quarta tappa del Campionato Italiano.

18/06/2006Rijeka

Chiara Valentini è la nuova campionessa d'Europa della classe 600.

Si è laureata, con una gara d'anticipo dominando la terza tappa dell'European Women's Cup sul circuito di Rijeka. Per lei, pole position, vittoria in gara, nuovo record femminile della pista e... titolo europeo!
''E' stato un weekend entusiasmante. Era la prima volta che gareggiavo qui e il circuito è bellissimo, molto tecnico e veloce. Sono andata subito forte e nelle qualifiche sono riuscita ad ottenere la pole della categoria con 1.39.0; sinceramente, vedendo i tempi dello scorso anno, non pensavo di riuscire a girare di passo sotto l'1.40. Ma ho trovato subito un buon feeling con le curve di questo tracciato e abbiamo lavorato bene con il team per trovare il giusto assetto da gara, impresa non facile visto le molte sconnessioni dell'asfalto. Sapevo che avrei potuto conquistare il titolo già da questa gara, ma per tutto il tempo ho cercato di far finta di nulla, per evitare che la tensione mi facesse commettere degli errori''.
Giusta scelta quella della Valentini: infatti in gara, nonostante una piccola incertezza alla partenza, riesce ad andare in testa sin dal primo giro e a mantenere la posizione fin sotto la bandiera a scacchi.Facendo anche registrare il nuovo record femminile delle 600 con il tempo di 1.39.3 - ndr è stata l'unica pilota di categoria nell'intero weekend a scendere sotto il muro del 1.40.
''Ringrazio di cuore Ducati, in particolare Claudio De Angeli e Annalisa Di Monte per tutto il supporto che mi hanno sempre fornito. I meccanici e tutto il team Y2K che hanno permesso l'ottenimento di questo importantissimo risultato. Ora mi voglio concentrare sul campionato italiano: mancano ancora tre tappe e farò il possibile per portare a casa anche questo titolo - ndr attualmente la Valentini ha il secondo posto in classifica''. Prossimo appuntamento dunque per neo campionessa europea, a Magione (PG), il 9 luglio, per la terza gara dell'italiano femminile.

21/05/2006Hengelo

Pioggia e addirittura fango a Hengelo (Olanda) per la seconda tappa dell’EWC (European Women’s Cup) non hanno impedito a Chiara Valentini di disputare una gara eccellente che ha entusiasmato i 7000 spettatori accorsi all’evento e cheha visto la portacolori del team Ducati tagliare il traguardo in seconda posizione.La successiva squalifica per una piccola irregolarità della pilota di casa, Iris Ten Katen che ha vinto, regala a Chiara la prima posizione. Un episodio poco gradevole che tutti si augurano venga dimenticato presto, lasciando spazio di nuovo allo sport nelle prossime gare.
Strange, dangerous, funny, crazy. Sono questi i termini più usati da team e piloti appenaarrivati sul circuito cittadino di Hengelo, costeggiato da alberi, prati e case. Un piccolo Tourist Trophy per questa seconda tappa dell'EWCup caratterizzata dal maltempo che ha concesso una tregua solo per la gara. Un tracciato di grande fascino,ma indubbiamente pericoloso; troppo per gli standard delle piste moderne, che i pilotihanno impiegato tanti anni a far crescere.
Nonostante tutto lo spettacolo non è mancato. Chiara ha fatto una gara strepitosa, rimontando le posizioni perse per via di una partenza non buona e andando in testa al 7° giro, quando in una staccata ha perso per un attimo il controllo della sua 749R,lasciando strada libera alla pilota olandese Iris Ten Katen e riprendendo la corsa inlotta per il secondo posto con Simona Zaccardi.
''Nonostante l'errore sono contenta del risultato, anche se molto dispiaciuta per laconclusione. Preferirei vincere in pista, ma non compete a me la politica sportiva della squadra e loro hanno reputato opportuno presentare i reclami per le irregolaritàtecniche. Mi dispiace comunque per Iris, che stimo e che avrebbe meritato la vittoria effettiva. A me resta la soddisfazione del giro veloce delle 600: 2.01.069''.

Leggi il blog di Chiara della gara

07/05/2006Ducati Clubrace

Ducati Clubrace&Assen: che spettacolo!''Non ho certamente vinto 7 titoli mondiali come Valentino Rossi, ma l'unica cosa che riesco a dire dopo essere stata ad Assen è: CHE SPETTACOLO!!''
Inizia così Chiara il report della sua esperienza nei Paesi Bassi in occasione della famosa competizione olandese – il Ducati Clubrace - oramai giunta alla sua 27ª edizione.
Il Ducati Club Nederland per l'occasione ha fortemente richiesto la presenza del team femminile Y2K, e senza dirlo due volte Chiara ha fatto bagagli e biglietti per provare l'emozione di andare su uno dei circuiti più belli e suggestivi al mondo, il TT-Circuit, considerato ancora oggi l'università della moto, teatro di grandi battaglie tra i piloti della MotoGP e Superbike.
''Conoscevo di fama la Clubrace sia per l'elevato numero di spettatori che vi assiste ogni anno, sia perché tutti i piloti che vi hanno partecipato mi hanno detto che è un'esperienza unica. Sapevo che sarei stata inserita nella categoria ''Sound of Thunder'', la gara di punta, insieme alle cilindrate più grandi, con circa 60 piloti iscritti; e avevo paura di non qualificarmi. Del resto Assen è un circuito veloce, e la differenza di cavalli può influire parecchio. Invece, anche se sono entrata in pista solo al venerdì per dieci minuti, ho trovato subito un buon feeling con il circuito, e nelle qualifiche del sabato mi sono piazzata in 24ª posizione, su 46 partenti. La notizia più bella, però l'ho avuta sabato sera: avremmo fatto 2 gare, proprio come la SBK!!''
Domenica mattina il paddock era colmo di motociclisti: gli spettatori della giornata saranno infatti 10.000. Un continuo via vai di gente che si fermava al box Ducati per chiedere autografi e foto alle due pilote del team Y2K. ''Bellissimo il calore e l’ entusiasmo con cui ci hanno accolte per l'intera giornata…ero quasi imbarazzata!''

Questa la cronaca.

Gara 1

Partenza ottima per Chiara che schizza dietro il gruppetto di testa alla prima curva. Prende subito un buon ritmo distaccando gli avversari e facendo una gara in solitario: taglia il traguardo in 16° posizione. Per nulla stanca Chiara si schiera nuovamente in griglia dopo poco più di un'ora per gara 2.
''Sapevo di poter scendere ancora con i tempi perché pian pianino capivo le traiettorie ideali: mi sono concentrata molto su questo''.

Gara 2

Avvincente! Chiara duella con altri 2 piloti, regalando al pubblico grandi emozioni, con continui sorpassi e cambi di posizione. E' in testa al suo gruppetto in 17° posizione ma al penultimo giro nell'effettuare un doppiaggio lascia aperto uno spiraglio e viene superata. ''Avevo studiato dove passare l'avversario, ma nell'agitazione pensavo di avere ancora un altro giro a disposizione….quando ho capito ero oramai vicino al traguardo.Ho provato a tirare una staccata ma ho fatto un dritto. Mi spiace per l'errore commesso ma va benecosì, non ero assolutamente stanca e ho girato forte – ndr in gara 2 ha abbassato ulteriormente iltempo facendo registrare il miglior giro in 1.57.1 - e mi sono divertita molto nei duelli con gli altri piloti''.

''Ringrazio il Ducati Club olandese per questa bellissima esperienza, e tutto il team che mi ha fornito,come sempre, un gran supporto. Spero nel futuro di avere altre opportunità di gareggiare qui, perché è entusiasmante!''

Tra 2 settimane ritroveremo Chiara in Olanda, questa volta a Hengelo, per la seconda tappa dell' European Women's Cup. Sarà una gara sicuramente difficile in quanto dovrà difendere il suo primo posto in classifica dalla brava pilota di casa, Iris Ten Katen

29/04/2006Spider Alfa Romeo

Spot per il lancio della nuova Spider Alfa Romeo
''Una giornata divertentissima ed emozionante quella che ho passato insieme alla mia compagna di team, Paola, all'autodromo Paletti di Varano (PR)''.
Inizia così Chiara il racconto del suo 29 aprile in pista, e continua:
''no, per una volta non eravamo lì per correre, ma per girare il filmato pubblicitario della nuova Alfa Romeo Spider''.
''Già, in virtù di un accordo fra Ducati e Alfa Romeo, il registra del video ha voluto la nostra presenza ed è stata un'esperienza nuova quella di guidare una 749 dove erano montate le telecamere o la nuova (bellissima...) spider Alfa, mentre un elicottero riprendeva. Ed è stato addirittura spaventoso puntare in rettilineo l'elicottero posato a centro pista, arrivandoci a cinque metri, prima che lui si alzasse a gran velocità per permetterci di passare. Ma eravamo guidate da un interfono nel casco, dal quale ricevevamo tutte le istruzioni necessarie per sincronizzare al massimo i tempi di ogni manovra''.
''Veramente un lavoro ben fatto. E non è mancato anche un giretto in elicottero, in chiusura di giornata!''.

23/04/2006Misano

Gara difficile per Chiara che nonostante tutto riesce ad agguantare un terzo posto.
Una gomma sbagliata relega Chiara al terzo posto
Chattering. Chiara a fine gara non voleva pronunciare questa parola, ma il problema che l'ha relegata al terzo posto nella seconda gara di stagione del Campionato Italiano Femminile è stata proprio una violenta vibrazione della parte anteriore della moto che l'ha assillata sin dal via. Alla base del problema, una gomma probabilmente difettosa o un errore d'equilibratura.
Peccato, perché la nostra pilota era apparsa subito in ottima forma e partiva con il terzo tempo (1.46.7) solo per colpa del traffico intenso che le aveva impedito di migliorarsi.
Invece ecco che già nel giro di ricognizione si manifestano queste oscillazioni, ma ormai non c'è più tempo per cambiare la gomma, e si parte per la gara.
A rallentare e deconcentrare ulteriormente la Valentini ci si mettono anche alcune scivolate subito dopo il via, che fanno dare la bandiera rossa, per ripetere la partenza.
E qui forse c'è stato un errore, perché pur di non entrare con una gomma fredda, insieme al team si è deciso di non cambiare la gomma. Del resto, nella prima metà di giro fatta, Chiara era già schizzata avanti e non credeva che con l'usura della gomma i problemi si sarebbero tanto aggravati.
Il resto è storia: mano a mano che i giri passavano la gomma peggiorava, e la Valentini ha sudato sette camicie per arrivare in fondo senza cadere. ''Tutto sommato sono contenta del terzo posto anche se ovviamente mi fa rabbia non aver potuto gareggiare al 100% perché sia io che la moto eravamo veramente in gran forma e qualche risultato in più l'avrei potuto ottenere. Nonostante tutto sono contenta di aver abbassato il mio tempo personale a 1.46.1; soprattutto per le condizioni in cui ero. E poi, ho comunque portato a casa punti importanti. Ora spero di aver pagato in anticipo il pegno con la sfortuna, e spero che in futuro vada tutto liscio''.
Chiara mantiene comunque il secondo posto nel campionato italiano. Ora dovrà concentrarsi per le prossime gare europee in Olanda e Croazia, per difendere il suo primo posto nella classifica continentale, prima di poter ritornare per la terza tappa dell'Italiano a Magione, l'8 luglio.
In bocca al lupo!

16/04/2006Legend Trophy Classic

''Pasqua in gara insieme a tanti ''vecchietti'' e alla mia compagna di squadra, Paola Cazzola, nel Trofeo dedicato alle Ducati Sport e alle Legend Trophy Classic, che si è aperto a Varano de' Melegari (PR).
Un weekend divertentissimo in sella alla nuova moto retrò della casa bolognese, che ha saputo richiamare in pista tante vecchie glorie del passato, affascinate da una moto che ricorda quelle con cui si correva negli anni Settanta, ma che è assai attuale tecnicamente. E ne è venuta fuori una gara appassionante e tiratissima, che ho chiuso al quinto posto''.
Dunque, approfittando del weekend libero da impegni con l'italiano e l'europeo femminile, Chiara ha lasciato nel box la sua 749R, per salire in sella alla Paul Smart 1000 Limited Edition, che le è stata fornita e curata dal Ducati Store di Roma.
''C'era una bella l'atmosfera festiva nel paddock, con tante uova di cioccolato presso tutti i team. Ma, a parte questo, mi è piaciuto confrontarmi con i ringalluzziti piloti di una volta, soprattutto perché, correndo insieme alle 2 valvole a formula libera, abbiamo girato sui loro stessi tempi. Una bella gara: 16 giri tirati sul passo di 1.17, al termine dei quali ho messo dietro proprio il titolare del Ducati Store di Roma, Maurizio Romanelli, al quale al termine della giornata ho consegnato anche un tapiro d'oro, proprio per onorare la scommessa che avevamo fatto su chi sarebbe arrivato davanti!
E ora, per farmi perdonare, grazie Maurizio per la moto e grazie ai bravissimi ragazzi del Ducati Store di Roma per l'assistenza in pista e... per la splendida compagnia!''
Piccola pausa quindi dagli impegni di campionato: troveremo Chiara nuovamente in pista proprio questo weekend, il 23 aprile, sul circuito di Misano per affrontare la seconda tappa dell' italiano.

02/04/2006Vallelunga

Domenica 2 aprile, circuito di Vallelunga, sole splendente.
''Il più bel regalo di compleanno che potessi avere. Io e Paola, la mia compagna di team, a festeggiare la vittoria sulla linea del traguardo dell'autodromo di Vallelunga, dopo una gara corsa in solitario sin dalla partenza, con le avversarie dietro, a lottare fra loro''.
C'erano più di 20 pilote italiane e straniere sulla pista romana, per l'apertura della European Women's Cup. E nel paddock e sulla pit lane tutti i ragazzi del motoclub Joey Dunlop. In realtà il team aveva passato tutto il weekend per cercare il giusto setting della 749R per la gara, approfittando anche del warm-up per controllare le ultime regolazioni. Meno male che a stemperare il nervosismo della domenica di Chiara è intervenuto il suo immancabile '' umbrella boy'', Giorgio, che per questa gara ha deciso di presentarsi vestito da bagnante, con tanto di ombrellone da spiaggia e braccioli ai polsi!
In griglia Chiara è schierata in seconda fila, accanto a Manuela La Licata che per soli 2 decimi aveva agguantato la pole della categoria 600. Quando il semaforo rosso si è spento, però, i tempi dei giorni passati hanno perso importanza, e la Valentini è scattata subito dietro le mille, prima della sua categoria.
''Ho cercato di dare il massimo subito per cercare di guadagnare strada sulle mie dirette avversarie. Per i primi 2 giri ero dietro le mille di De Nardi e Marchetti, poi loro hanno abbassato i tempi e mi sono trovata a condurre da sola. Ho cercato di concentrarmi al massimo per non perdere i riferimenti. Dal box mi segnalavano che avevo un buon vantaggio ma ho continuato a girare sul passo di 1.51 per stare più tranquilla. Cercavo di ignorare quell' 1 sulla tabella che mi indicava la posizione...e all'ultimo giro, all'ultima curva ...beh...il mio sguardo era rivolto solo al muretto dei box dove tutto il team era in piedi a far festa!!! E' stata una grandissima emozione, ancor più bello quando i commissari al giro d'onore mi hanno detto di andare in griglia di partenza e non al parco chiuso..e lì ho trovato Paola - ndr la compagna di squadra - con la corona d'alloro ancora addosso...era passata sotto la bandiera a scacchi per prima!''.
''Ringrazio di cuore tutti: il team Ducati Y2K che ha lavorato duro per tutto il weekend; tutti gli amici che sono venuti a fare il tifo; Motocicliste per questa splendida avventura che ci stanno facendo vivere''.
Il prossimo appuntamento in pista con Chiara sarà in occasione della prima gara del Ducati Desmo Challenge sul circuito di Varano de' Melegari il 15 e 16 aprile. Oltre che come istruttore per i ''Test Ride'', in sella alla nuova Monster S4Rs Testastretta, la ritroveremo a gareggiare nella Legend Trophy Classic 2006, con la Paul Smart 1000 Limited Edition o la Sport 1000 messa a disposizione dal Ducati Store di Roma.
''E' tanto che avevo espresso il desiderio di poter fare una gara con questo genere di moto che mi affascina tantissimo. Nonostante lo stile retrò dei due modelli, la componentistica è di ottimi livelli. E poi già mi diverte l'idea di gareggiare con ''la vecchia guardia'', ossia con care conoscenze non più ''giovanissime'' che si sono iscritte a questo trofeo La trovo una formula geniale per chi si vuole cimentare nelle corse facendo un tuffo nel passato''.

26/03/2006Al via il Campionato Motocicliste

Al via il Campionato Motocicliste: Chiara Valentini conquista il secondo posto.
Domenica 26 marzo si è svolta la prima attesissima gara del Campionato Italiano Motocicliste che ha visto scendere in pista dopo la lunga pausa invernale 30 pilote agguerrite nelle due categorie, ''600'' e ''over''.
Il meteo avverso non ha lasciato molto tempo a Chiara di girare con la sua nuova moto, ma già dalle prove del venerdì la pilota romana segnava tempi interessanti a prova della confidenza che stava prendendo con il suo nuovo 749R.
Nel primo turno di qualifiche del sabato il monitor segnava la sesta posizione assoluta, seconda di categoria con il tempo di 1.48.3.
Per il secondo turno del pomeriggio vengono provate alcune modifiche che lasciano invariato il tempo ma che fanno slittare la Valentini alla terza posizione della categoria. Finalmente domenica un caldo sole accompagna il risveglio in circuito. E la tensione incomincia a farsi sentire.
Ultimi controlli sulla moto e poi lo schieramento in pista.Il semaforo rosso si spegne: partenza bruciante per Chiara che riesce a mettersi subito dietro la 1000 di Alessia Polita, passando sul traguardo in prima posizione. Dopo alcuni giri viene superata da La Licata e dalla Peluso con le quali inizia una serie di sorpassi avvincenti. La Licata guadagna terreno in questo frangente ma al nono giro è costretta a rallentare per la rottura del cambio, lasciando libera la lotta per il primo posto. Nel rientrare ai box però ostacola involontariamente Chiara Valentini in piena bagarre.
Per recuperare quei decimi persi la pilota Ducati dà il massimo facendo segnare il miglior tempo in 1.47.347 al penultimo giro. Fino agli ultimi metri è lotta per agguantare la prima posizione, ma riesce a passare sotto la bandiera a scacchi in seconda posizione a soli 3 decimi dalla prima.
''E' stata una gara molto combattuta ma sono molto contenta per il risultato. Ci sono tutte le premesse per far bene questo campionato. Il 749 è una gran moto, ringrazio Ducati e tutti i meccanici per avermi messo a disposizione un mezzo così competitivo! Stiamo lavorando bene …basti pensare che lo scorso anno il miglior tempo che avevo fatto segnare con il 999 era di 1.50!!
Ringrazio veramente tutti: il Team Y2K, Claudio e Annalisa di Ducati, i commissari di percorso di Misano che ci hanno omaggiato di fiori e cioccolatini (!!), e i ragazzi che mi sostengono sempre!''
Giusto il tempo di un brindisi finale, a coronare anche la bellissima prestazione della compagna di squadra Paola Cazzola che è arrivata sul gradino più alto nella categoria delle 1000, per poi riprendere la giusta concentrazione per la prima gara dell'Europeo il 2 aprile sul circuito di Vallelunga.
Se questo è l'inizio, siamo sicuri che queste ragazze daranno gran spettacolo questa stagione.

09/02/2006Festa Ducati

Padova: man bassa di premi per Chiara Valentini.
Così titola l'articolo apparso su ''Il Tempo'' di mercoledì 25 gennaio, in occasione delle premiazioni del Trofeo Motocicliste 2005 al Bike Expo di Padova. Una gran bella giornata di premiazioni, per la pilota capitolina portacolori del Team Ducati ufficiale Y2K e del motoclub Joey Dunlop.
''Una giornata che ricorderò a lungo e che chiude definitivamente una stagione difficile e combattuta - dice Chiara -, un'annata, il 2005, che mi ha regalato tantissime soddisfazioni e molta esperienza in più. All'inizio dello scorso anno non pensavo di poter fare così tanti progressi che mi permettessero di lottare con pilote di talento e con un'esperienza di gare alle spalle molto più grande della mia. Ringrazio tutto il Team Y2K e la Ducati che mi hanno permesso di ottenere questo importante risultato; e tutti i ragazzi del Joey Dunlop Club che mi hanno sempre sostenuto in tutte le gare. E' alle porte la nuova stagione che sarà ancora più impegnativa perché oltre al Campionato italiano faremo anche l'europeo; e ora è il momento di iniziare a lavorare sul serio per il 2006''.
Voglia di correre?
''Di più! Non vedo l'ora di iniziare. I weekend a fare la casalinga mi annoiano!!!''.
Tra l'altro, la Valentini a Padova ha ricevuto una coppa anche per il titolo di migliore pilota della regione Lazio. ma forse, il riconoscimento più simpatico è quello andato al suo personale ''umbrella boy'', Giorgio, amico nella vita di tutti i giorni e personaggio insostituibile sulla griglia di partenza di Vallelunga, dove ormai tutti lo conoscono per i suoi improbabili e divertentissimi travestimenti. E sembra che per le prossime gare abbia in serbo ancora molte sorprese!

20/01/2006Premiazioni al Bike Expo 2006

Si è tenuta alla discoteca Matis di Bologna la consueta presentazione dei piloti e team ufficiali Ducati per la stagione 2006.
In questa occasione lo scorso anno fu presentato il primo team ufficiale femminile Ducati ''Y2K'' con Chiara Vlentini e Paola Cazzola alla guida del 999S. Ad un anno di distanza sul palco abbiamo ritrovate le due agguerrite pilote, che hanno portato in casa Ducti rispettivamente un terzo e un primo posto assoluto. Un risultato eccellente per un team appena costituito!
Grandi applausi quindi per la presentazione e alla riconferma anche per la stagione 2006 delle due ragazze nel team.
Chiara ci comunica la novità per quest'anno: ''Nel campionato 2006 correrò con un 749R nella categoria delle 600''. Sono già proiettata ad inizio stagione, non vedo l'ora dio iniziare i test perchè quest'anno ho ''brutte'' intenzioni e voglio dare filo da torcere alle mie avversarie. Spero di prendere in fretta confidenza con la nuova moto da essere competitiva già dalla prima gara''.
In una serata cosi' speciale per i colori Ducati non potevano mancare i fiori all'occhiello della squadra corse in rosso: presentati dal giornalista Marco Masetti, un caloroso applauso accoglie i piloti di punta della MotoGP (Loris Capirossi e il suo nuovo compagno di squadra Sete Gibernau) e della Superbike (Lorenzo Lanzi e l'acclamato Troy Bayliss). Presente anche il simpaticissimo Vittorio Guareschi, collaudatore ufficiale della MotoGP.
Tanta musica e divertimento per una serata veramente speciale. Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a tutti i nostri piloti per la stagione 2006

Ricerca:
Anno:  Testata: 
Nome/Nick
Commento/Comments

inserire il codice

Il guestbook è un libro virtuale all'interno del quale è possibile lasciare un messaggio a Chiara, i messaggi saranno visibili in rete per diverso tempo a tutti gli utenti e pertanto vi chiediamo di utilizzare questo mezzo con la dovuta educazione. Non è consentito utilizzare il guestbook per:
- messaggi non coerenti con lo spirito del sito
- messaggi privati tra utenti
- massaggi pubblicitari di vario genere
- esprimere idee politiche, religiose o ideologiche di qualunque tipo
- atteggiamenti e/o posizioni di contestazione, palesemente ostili nei confronti degli altri utenti o dei moderatori
- il turpiloquio, bestemmie ecc...
La deliberata inosservanza di queste regole comporterà l'immediata cancellazione del messaggio dal guestbook.

Leggi i messaggi
DUCATI DESMO CHALLENGE
Data Pos. Foto Info Circuito
13 aprile Magione 15  
11 maggio Varano 18  
1 giugno Vallelunga 7  
24 agosto Mugello 14  
12 ottobre Franciacorta n.c.  


Franco Lenci, "l'ingegnere"

Ci sono tanti modi di lavorare su un motore, tanti modi di "far cantare" ancora un mezzo ammutolitosi o uno intristito per mancanza di cure.

Tanti modi di affinare meccanismi sull'orlo dei millimetri ala ricerca dell'optimum, della quasi perfezione: il "modo" di Franco Lenci ha voluto dire guadagnarsi negli anni la stima e l'apprezzamento di tutti coloro che con lui sono entrati in contatto e che ne hanno potuto saggiare le capacità tecniche unite ad un estro e genialità formidabili.

Chiamarlo "ingegnere" allora, non è pretestuoso, è solo assodare quanto Lenci abbia fatto dentro e fuori i circuiti e quanto sia meritato per lui cosi come per chi il titolo l'ha sudato in fredde aule universitarie.

Passione, conoscenza, capacità di individuare il problema e di ricercare soluzioni adeguate mentre un carnet di aneddoti ad un passo della leggenda cresce di giorno in giorno. Le sue referenze sono sulla bocca di tutti, si sa, e lo sanno anche tutti coloro che fedelmente da anni lo seguono nonostante un carattere a tratti "particolare"!

Read more… www.lenciracing.it

MOTORE:
Ducati 1000/ds
Cilindrata 1078/1168 cc
Alesaggio 98/102 mm
Corsa 71,5 mm
Bielle Titanio
Valvole Titanio asp 47 scr 38
Scarico ZARD dedicato 2 in 1 in 2 inox
Frizione STM evo racing dischi z48, molla progressiva a tazza, comando idraulico con pompa radiale Brembo Racing
Distribuzione Alberi a cammes racing
Iniezione EFI euro 1 con sonde lambda attive
CICLISTICA:
Telaio Pierobon interamente in alluminio 7020 saldato al tig
Piastra forcella Superiore ricavata dal pieno, inferiore magnesio
Cruscotto Aim mxl pista con acquisizione dati
Forcella Ohlins Ø 43
Ammortizzatore Double Sistem ad aria
Freno anteriore Pompa radiale Brembo Racing 18/19, pinze radiali 34/30 dischi Brembo Racing Ø 320
Freno posteriore Braking wawe Ø 260
Cerchi Marchesini ant. 3,5x17 post. 5,5/6x17
Serbatoio Pierobon in alluminio
Peso a secco 147 kg
Contatti
Contatta Chiara Chiara
Ufficio Stampa Ufficio Stampa
Informazioni Sponsor Sponsor
Chiedi informazioni info
Contatta il WebMaster Webmasterino
Login
Username
Password
 

 Isam Moto Master 26 Giugno 2010
 Misano 2005: intervista a Paola Cazzola e Chiara Valentini del Team Y2K Ducati
 Noi girovagando per il mondo: Tributo
 Magione 2006: intervista a Chiara Valentini e Paola Cazzola
 MotoTV: intervista a Agostini, Lucchinelli, Valentini